Coelum Astronomia 233 - 2019 - Page 27

www.coelum.com

27

Mars Science Laboratory

Curiosity – Marte, Sol 2381 (18 aprile 2019).

Il grande rover sta salendo lungo le pendici del Monte Sharp, una formazione rocciosa alta 4.800 metri posta al centro del cratere Gale, dove è atterrato oltre sei anni fa.

MSL ha lasciato il Vera Rubin Ridge in direzione sud per raggiungere una zona ricca di materiali argillosi.

Il 17 marzo MSL, per mezzo della MastCam dotata di filtro solare, ha osservato una eclisse (forse sarebbe più corretto definirlo “transito” vista la differenza nel diametro apparente dei corpi celesti coinvolti nell’evento) di Sole causata dalla piccola luna Deimos e il 26 marzo un’altra causata

dal transito dell’altra luna, Phobos (leggi il notiziario per maggiori informazioni). Come se non bastasse il tramonto precedente aveva permesso di vedere l’effetto di un ulteriore transito, ma stavolta indirettamente dato che il Sole era appena tramontato e il fenomeno si è evidenziato solo grazie a un calo parziale di luminosità.

Questi eventi sono importanti perché permettono di calcolare in modo estremamente preciso le orbite delle lune. Tempo fa, quando i MER si trovarono nella possibilità di registrare un simile evento, videro che Deimos era oltre 40 km fuori posizione rispetto a quello che si pensava, a causa del fatto che i parametri orbitali dei satelliti marziani non erano ancora sufficientemente precisi.

Il 4 aprile (Sol 2.370), Curiosity ha eseguito la prima perforazione del suolo nella zona argillosa chiamata “Aberlady”, in cui sta lavorando. Dalla serie di immagini rilasciate, si nota che il terreno che circonda la roccia perforata si è sollevato probabilmente nel momento in cui il rover ha estratto la punta del trapano a percussione di cui è dotato il suo braccio robotico, percussione che non ha dovuto usare grazie al fatto che il materiale lavorato è particolarmente “tenero”.

Il foro in Aberlady è solo il primo di una lunga

Si avvicina la nuova missione di Luca Parmitano che farà parte dell’Expedition 60 il cui lancio è previsto per il 20 luglio 2019 con la Soyuz MS-13. Suoi compagni di viaggio saranno Aleksandr Skvortsov e Andrew Morgan.

Prossimi eventi per la ISS:

- 26 aprile – Lancio della capsula Dragon CRS-17

- 28 aprile – Cattura e attracco Dragon CRS-17

Al momento di scrivere i veicoli ormeggiati alla Stazione Spaziale sono:

- Modulo BEAM (semi permanente), molo

Tranquillity, poppa

- Progress MS-10 (71), molo Zvezda, poppa

- Progress MS-11 (72), molo Pirs, nadir

- Soyuz MS-11, molo Poisk, zenit

- Soyuz MS-12, molo Rassvet, nadir

Sotto. Il transito di Phobos sul Sole durante il Sol 2359 (26 marzo). Crediti: NASA/JPL-Caltech/MSSS/Sequence: Dave Dickinson