Coelum Astronomia 233 - 2019 - Page 25

www.coelum.com

25

Society” (l'astronomia con e per la società) ha permesso alla IAU di mettere in evidenza il suo ruolo ormai consolidato all’interno della società, sottolineando sempre la necessità di essere presente a tutti i livelli, dalle scuole alle sedi decisionali dei governi. “Conversations with Astronomy: Perspectives from Diplomacy, Development and Inclusion” è il contesto che ha stimolato le buone pratiche e le strade possibili per il futuro, in un’ottica costante di diplomazia, di inclusione e di diffusione della cultura scientifica. Non dimentichiamo che l’Unione Astronomica Internazionale è tuttora un esempio di cooperazione internazionale con collaborazioni attive su scala globale.

Il terzo giorni di celebrazioni, sabato 13 aprile, l’atmosfera si è resa decisamente più informale e la comunità dei professionisti ha incontrato il mondo variegato degli astrofili e degli appassionati, grazie al quale l’astronomia raggiunge un pubblico molto vasto e la cui interazione è indispensabile per incrementare l’impatto dell’astronomia nella società. La presentazione di idee e progetti condivisi ha il compito di contribuire a rafforzare l’interazione di una comunità astronomica globale allargata ed eterogenea, ma unita dalla stessa passione per le stelle.

«La commemorazione di questo importante anniversario non rappresenta soltanto l'occasione di riferirci al passato ma ci dà l'opportunità di guardare avanti e di riflettere sul ruolo dell'Unione Astronomica Internazionale nei decenni futuri» sottolinea Ewine van Dishoeck, Presidente IAU in carica, che continua: «Questa ricorrenza ci ricorda la vastissima gamma di possibilità che ci attende; noi potremmo rappresentare la prima generazione di esseri umani in grado di rispondere a una domanda fondamentale: siamo soli nell’Universo?».

Durante l’evento è stata anche allestita la mostra interattiva Above and Beyond, realizzata appositamente per i cento anni di IAU per mettere in luce alcuni dei più significativi e sorprendenti risultati scientifici, tecnologici e culturali che hanno segnato l’ultimo secolo.

· Video intervista di Rossella Spiga,

Deputy National Outreach Coordinator IAU Italia; edizione di Stefano Parisini, Media Inaf

Crediti immagini mostra: Rossella Spiga.