Coelum Astronomia 233 - 2019 - Page 166

166

Coelum Astronomia

16 Comae

Esattamente 15’ a sudest ecco 16 Com, di magnitudine +4,96. Stella di sequenza principale di tipo A4 V (8.300 K) e vecchia di 310 milioni di anni, possiede una massa 2,54 volte il Sole e un diametro 3,71 volte maggiore, da cui deriva una luminosità intrinseca 67 volte maggiore. L’eccesso di infrarossi riscontrato suggerisce la presenza di un disco di detriti, dalla temperatura di 1.800 K, orbitante a una distanza media di 18 UA dalla stella.

Σ 1643

Uno sguardo attento in un cercatore 8×50 rivelerà, a circa metà del percorso tra 14 Com e 16 Com, una stella di nona grandezza: Σ 1643. Lontana 90 anni luce, si tratta di un sistema triplo. Le componenti primarie, due stelle di sequenza principale di tipo K2 (5.000 K) e K4 (4.600 K), separate da 2,7" d’arco, splendono di magnitudine +9,03 e +9,45. La coppia è accompagnata nel suo moto spaziale da una nana rossa di magnitudine +14,7 a 21" d’arco, visibile con telescopi da almeno 300 mm di diametro sotto cieli perfetti; questa è anche una variabile a flare, nota come CX Com. Si ritiene che il periodo orbitale della coppia principale sia compreso tra 550 e 1628 anni.

A destra. La posizione del sistema triplo Σ 1643 (SAO 82315), posto tra le stelle 14 Com e 16 Com. Crediti: DSS2.

17 Comae

Procedendo di 45' ancora a sudest, andiamo a visitare il primo bellissimo sistema doppio di questa costellazione, 17 Com. Già all’osservazione binoculare, appare la stella più luminosa, chiamata 17 Com B, di magnitudine +5,29. Questa si presenta infatti accompagnata da una compagna di sesta grandezza, separata da poco più di 2' a ovest, 17 Com A. La visione della coppia, effettuata a occhio nudo, irrisolta e quindi combinata, ne fa una stella esattamente di quinta grandezza. La duplicità di questa stella venne per la prima volta elencata nel Washington Double Star Catalogue nel 1836, successivamente, venne inclusa da Burnham nel suo catalogo di 1.290 stelle doppie scoperte dal 1871 al 1899, edito nel 1900. A lungo ritenuta una coppia fisica, sembra che ben 15 anni luce separino le due stelle: infatti, mentre la distanza dal Sistema Solare di 17 Com A è valutata in 238 anni luce, quella di 17 Com B è di 223 anni luce, cosa che ne spiegherebbe la maggiore luminosità apparente.