Coelum Astronomia 233 - 2019 - Page 158

Coelum Astronomia

158

troveremo prossime al Meridiano, ovvero alla massima altezza sull’orizzonte sud e quindi proprio nel momento più indicato per la loro osservazione, possibile anche con un piccolo telescopio.

Con la prima delle nostre immagini (pagina precedente), eseguita al telescopio remoto ASTRA #4 a grande campo, siamo ancora prossimi al centro dell’ammasso della Vergine, ma sulla destra della catena di Markarian ecco che è possibile scorgere un brulichio di “piccole” spirali. In basso si nota la supergigante ellittica M 87, a sua volta circondata da uno stormo di più piccole galassie a spirale (ricordiamo che M 87 è proprio la galassia che ospita al suo centro il buco nero supermassiccio la cui fotografia – la prima in assoluto del suo genere – è stata presentata da

M 49 una gigante ellittica, in alto, la bella spirale NGC 4535 in basso sulla sinistra, e il fuso di NGC 45 sulla sua destra. Ammasso di galassie della Vergine. 55 milioni di anni luce dalla Terra. Telescopio Remoto ASTRA #4. (Takahashi Sky 90, 405 mm/4.5 & SBIG ST10XME su EQ6, Traversella, TO).

Enzo Pedrini.