Coelum Astronomia 233 - 2019 - Page 153

www.coelum.com

153

Spostandoci in direzione est-nordest, iniziamo a osservare i numerosi e minuscoli craterini sparsi nel settore occidentale del Sinus Medii fra i quali segnaliamo Mosting-L e Oppolzer-A entrambi con diametro di 3 km. Mentre, a sud di quest'ultimo, un altro antichissimo cratere: Oppolzer, di 44 km di diametro la cui origine risale al Periodo Geologico Pre Nectariano (da 4,5 a 3,9 miliardi di anni fa), con una forma vagamente poligonale, con pareti quasi completamente distrutte e con la platea in diretta comunicazione con l'adiacente Sinus Medii. Da non perdere il lungo e largo solco della Rima Oppolzer (Periodo Geologico Imbriano, da 3,8 a 3,2 miliardi di anni fa) estesa per circa 120 km in senso est-ovest fra i crateri Oppolzer e Rhaeticus.

Tornando alla piana del Sinus Medii, fra i tanti piccoli craterini, si segnala la coppia composta da Bruce, diametro di 7 km (Periodo Geologico Eratosteniano, da 3,2 a 1 miliardo di anni fa) e Blagg, diametro di 5 km (Periodo Geologico Imbriano, da 3,8 a 3,2 miliardi di anni fa) situati in posizione quasi centrale, mentre spostandoci verso nord avremo la possibilità di osservare una interessante coppia di crateri, Pallas e Murchison.

Pallas

Partendo da Pallas, si tratta di un cratere di 51 km di diametro proveniente dal Periodo Geologico Nectariano (3,9 miliardi di anni fa). La cerchia delle sue ripide pareti alte circa 1.200/1.300 metri si presenta notevolmente danneggiata e sormontata da brevi linee di creste, numerosi avvallamenti e piccoli crateri fra i quali segnaliamo Pallas-A di 10 km incastonato sulla parete ovest.

Sul fondo del cratere, relativamente piatto e in diretta comunicazione a nordest col vicino Murchison, vi sono basse colline e un rilievo montuoso in posizione centrale.

Murchison

Immediatamente a est di Pallas osserviamo poi l'adiacente Murchison, antichissimo cratere di 60 km di diametro risalente al Periodo Geologico Pre Nectariano (da 4,5 a 3,9 miliardi di anni fa). La notevole età geologica di questa struttura lunare ne giustifica la forma decisamente irregolare e l'accentuato degrado delle pareti, assenti a sud dove il fondo del cratere è in diretta comunicazione col Sinus Medii.

Nella platea di Murchison vi si possono osservare numerosi rilievi collinari e un sottile solco a sud. Un