Coelum Astronomia 233 - 2019 - Page 151

www.coelum.com

151

La macchia chiara di Petitt e Nicholson

Nel Sinus Medii è situata la macchia chiara individuata da Edison Pettit e Seth Nicholson nel 1930 per la determinazione della temperatura della superficie lunare in fase di Plenilunio. Pertanto, col Sole allo zenit, rilevandoo una temperatura superiore rispetto a quella dell'acqua bollente, confermarono la precedente misurazione effettuata nel 1868 dall'inglese Lord Rosse, pioniere dell'astrofisica, con uno scarto solamente dell'uno per cento.

Guida all'osservazione

Il Sinus Medii

Con la terzaIl 12 maggio,

quando il nostro

satellite, dalle 21:30

circa, sarà in fase di Primo Quarto con età

di 7,9 giorni (Colong.

11,2°; frazione

illuminata 59%), a

un'altezza iniziale di

+55° dopo il transito in

meridiano delle 20:17 a +58°, e a nostra disposizione per tutta la serata, fino alle prime ore della notte successiva, andremo a osservare il Sinus Medii. Si tratta di un piccolo mare situato in prossimità del centro dell'emisfero lunare visibile dalla Terra (proprio da qui deriva il suo nome) con una superficie di 52.000 kmq e un diametro di 360 km, esteso dal mare Nubium al mare Vaporum. L'origine di questa area pianeggiante viene ricondotta al Periodo Geologico Imbriano (da 3,8 a 3,3 miliardi di anni fa).

Per individuare il Sinus Medii la sera del 12 maggio (e comunque ogni volta che avremo una Luna in fase di 8 giorni) basterà orientare il telescopio lungo il terminatore, soffermandosi sull'area scura a sud del mare Vaporum.

L'estremità sudoccidentale del Sinus Medii è delimitata dall'antichissimo cratere Flammarion di 77 km di diametro proveniente dal Periodo Geologico Pre Nectariano (da 4,5 a 3,9 miliardi di anni fa). Le pareti intorno al cratere sono notevolmente danneggiate e con una forma decisamente irregolare mentre la platea si presenta appiattita e cosparsa da innumerevoli piccoli craterini.

Immediatamente a nord di Flammarion solamente il solco della omonima Rima Flammarion (estesa in senso est-ovest per circa 50/60 km) ne delimita l'area dal cratere Mosting-M di 31 km, anche questo semidistrutto e con pareti inesistenti a sud e a nord.

geologiche esistenti intorno al Polo Sud della Luna o per chi si fosse perso per vari motivi il precedente appuntamento, questa potrebbe rivelarsi un'ottima occasione. Nel caso specifico, la sera del 13 maggio intorno alle 21:30 la Luna sarà in fase di 8,8 giorni a un'altezza iniziale di +53° poco dopo il transito in meridiano delle 21:10 a +54°. Per gran parte della serata, così come indicato sulla rispettiva immagine di riferimento, nonostante il notevole schiacciamento prospettico e l'accentuata turbolenza tipica di queste zone del nostro satellite, la Librazione favorevole consentirà comunque osservazioni delle strutture ai confini dell'altro emisfero lunare.

Vedi anche Massima librazione sud a pag. 126 di Coelum astronomia 231.