Coelum Astronomia 233 - 2019 - Page 130

Coelum Astronomia

130

Urano ha raggiunto la congiunzione con il Sole il giorno 23 aprile, rendendosi quindi completamente inosservabile. In maggio la situazione per ciò che riguarda la sua osservabilità non è migliorata. Dovremo quindi attendere i prossimi mesi per ritrovarlo.

Nettuno

Mag. +7,9; diam. da 2,2" a 2,3"

Visibile al mattino

Dopo un pessimo periodo per l’osservazione di Nettuno, potremo ritrovare il remoto pianeta alla mattina, rendendosi meglio osservabile soprattutto nell’ultima parte del mese. Inizialmente sarà molto basso sull’orizzonte e anticiperà di appena 10 minuti l’inizio del crepuscolo, arrivando ad anticiparlo a fine mese di circa 1 ora e 20 minuti. Lo troveremo tra le stelle dell’Acquario, a circa 1° a nordest della stella Phi Aquarii.

Il crepuscolo astronomico è definito come l’intervallo di tempo dopo il tramonto o prima del sorgere del Sole, in cui vi siano ancora in cielo delle tracce di luce. Il crepuscolo astronomico termina quando spariscono anche le ultime tracce di luce ed inizia la notte astronomicamente intesa, il che capita quando il Sole raggiunge i 18° sotto l’orizzonte. Come istante (all’alba o al tramonto) è definito dall’istante in cui il Sole ha l’altezza –18° sull’orizzonte. Come intervallo di tempo (all’alba o al tramonto) è definito dall’intervallo di tempo che il Sole impiega a passare da 0° a –18° sull’orizzonte.

LA NOTTE ASTRONOMICA

I tempi, in TMEC, sono calcolati per una località a 12° Est e 42° Nord. Il crepuscolo astronomico inizia, o termina, nel momento in cui il Sole si trova 18° sotto l’orizzonte (vedi l’articolo all’indirizzo

www.coelum.com/articoli/risorse/il-crepuscolo).

FINE

CREPUSCOLO

SERALE

INIZIO

CREPUSCOLO

MATTUTINO

DURATA

NOTTE

ASTRONOMICA

DATA

Mag 01 22:00 06:20 04:20

06 22:08 06:03 04:11

11 22:16 05:46 04:02

16 22:25 05:28 03:53

21 22:33 05:13 03:46

26 22:40 04:59 03:39

31 22:47 04:46 03:33