Coelum Astronomia 233 - 2019 - Page 104

Coelum Astronomia

104

Michael Collins

l’uomo che non camminò

sulla Luna

di Luigi Pizzimenti

Mentre Neil Armstrong ed Edwin "Buzz" Aldrin muovevano i primi passi dell’uomo sulla Luna, un terzo membro dell'equipaggio orbitava sopra di loro. L'astronauta Michael Collins attese nel modulo di comando, mentre i suoi colleghi trascorrevano oltre 21 ore sulla superficie lunare.

Quando orbitava dietro la Luna, Collins era tagliato fuori dal contatto con gli uomini sulla Terra, perché non c'erano satelliti disponibili per ritrasmettere le sue comunicazioni.

Ecco un breve sguardo alla vita del membro meno noto dell'equipaggio di Apollo 11.

Figlio di un generale dell'esercito americano, Michael Collins nacque il 31 ottobre 1930 nel nostro Paese, a Roma, dove suo padre, all’epoca, era d’istanza. La famiglia si trasferì poi negli Stati Uniti e, dopo il liceo, Collins si iscrisse alla West Point Military Academy. Dopo aver conseguito una laurea in scienze nel 1952, Collins entrò nell'Aeronautica Militare e terminò l'addestramento di volo alla Columbus in Mississippi. Le sue prestazioni gli valsero una posizione nel team di addestramento avanzato presso la Nellis Air Force Base. Questo fu seguito da un incarico al 21° Fighter-­Bomber Wing presso la George Air Force Base. Ha anche prestato servizio come ufficiale di volo sperimentale presso la Base dell’Air force di Edwards in

Crediti: NASA

Michael Collins

l’uomo che non camminò

sulla Luna