Coelum Astronomia 232 - 2019 - Page 78

Coelum Astronomia

78

di Samuele Pinna

Catch the Iridium

A caccia degli ultimi iridium flare

Lo scorso 11 gennaio si è conclusa, con l’ultimo degli otto lanci commissionati dalla Iridium Communication alla SpaceX, la messa in orbita di tutti i 75 satelliti Iridium Next, la più grande opera di rinnovamento di una intera flotta satellitare mai tentata prima nella storia.

A distanza di qualche settimana mi ritrovo davanti allo schermo del mio pc, a seguire la conferenza stampa indetta dalla stessa Iridium, dove un fierissimo Matt Desch, nei panni di amministratore delegato, annuncia al pubblico che la migrazione del network Iridium sui nuovi satelliti Next è ormai operativa al 100% e che conseguentemente viene a concludersi ufficialmente, dopo 20 anni e 4 mesi di operatività, la missione dei satelliti Iridium del “blocco 1”.

Osservo Matt dallo schermo e percepisco facilmente la soddisfazione che pervade quest’uomo e il suo staff durante l’intera conferenza. Due sono i passi del suo intervento che mi colpiscono fortemente: il primo quando racconta di essersi emozionato nel sentire gli ingegneri dello “SNOC” (Satellite Network Operations Center) chiamare i satelliti del blocco 1 con il termine “our babies”, termine che non posso che empaticamente condividere, e il