Coelum Astronomia 232 - 2019 - Page 102

UNO SCATTO AL MESE

di Giorgia Hofer

Coelum Astronomia

102

Le Corone Lunari

In anni di osservazione e serate passate sotto al cielo stellato, mi sono resa conto che ci sono dei fenomeni che passano spesso inosservati. Non mi riferisco a fenomeni prettamente astronomici, come una congiunzione o la tanto famosa Super Luna – che ultimamente, grazie soprattutto ai social network, sembra essere il fenomeno più straordinario che si possa osservare…

Probabilmente per la facilità di individuazione nel cielo e la palese grande dimensione del nostro satellite naturale se posta prospetticamente vicino a un oggetto del paesaggio terrestre, la Luna è l’oggetto più facile e veloce da fotografare. Ma la Regina della Notte può offrirci anche situazioni strane e spesso imprevedibili, in particolare, proprio quando è molto luminosa, se ad essa si aggiunge anche un cielo velato da nuvole, possiamo assistere a uno spettacolo piuttosto raro.

Grazie alle nubi sottili che passano davanti alla Luna, infatti, si possono formare degli anelli luminosi e colorati che prendono il nome di Corona Lunare.

Ho avuto la fortuna di osservare per la prima volta questo bellissimo fenomeno nel 2014, quando assieme agli amici dell’Associazione Astronomica di Cortina, abbiamo fatto una visita all’Osservatorio Astronomico di Torino. Quella sera è stata veramente magica, perché oltre a osservare i crateri lunari con il fantastico rifrattore “Morais” (con uno specchio di 42 cm di diametro), abbiamo potuto ammirare anche un altro fenomeno che stava accadendo al di fuori della cupola.

Sopra la città la Luna di 8 giorni era davvero alta e splendente: alcune velature nuvolose giocavano a nascondere la Luna ma senza riuscirci, troppo

In alto. Bellissima e coloratissima corona Lunare ripresa da Torino l’1 novembre 2014. Lunghezza focale 55 mm, posa di 4 secondi, ISO 1.250, f/5,6