Coelum Astronomia 231 - 2019 - Page 30

Eartha by Geoptik

EAGLE3 Unità di controllo per telescopi e astrofotografia

Sarà disponibile entro il mese di marzo il nuovo controller per telescopi e astrofotografia di Primaluce Lab. Parliamo di Eagle3, un’unità che permette di rendere le sessioni di ripresa astronomiche molto più veloci e facili da gestire. L’astrofotografia digitale può essere infatti molto complicata: non c’è bisogno solo di un telescopio, ma anche di una montatura e di una camera… a cui va aggiunta una serie di accessori, come ad esempio un sistema di guida, un focheggiatore elettronico o delle fasce anticondensa. Tutto deve essere poi collegato, alimentato e gestito da un

Coelum Astronomia

30

Presente da molti anni sul mercato, la veronese Geoptik è una ditta che con il tempo è andata sempre più specializzandosi nella produzione di accessori innovativi per l’astronomia amatoriale con una particolare attenzione al settore dei Dobson, strumenti ormai divenuti il cardine per l’osservazione visuale del cielo.

L’ultima novità in arrivo, sul punto di essere commercializzata dopo una lunghissima fase di progettazione, si chiama EARTHA ed è un particolare tipo di piattaforma equatoriale per telescopi altazimutali. E quando diciamo “altazimutali” non ci riferiamo ovviamente ai piccoli rifrattori giapponesi di un tempo, ma appunto ai riflettori dobson che, per quanto spettacolari nell’espletare la loro funzione di “pozzi di luce”, sono sempre stati

limitati nelle prestazioni dalla

scomodità dell’inseguimento a

mano. Ma EARTHA non risolve solo questo problema, assicurando un inseguimento automatico di precisione, ma rimedia anche ad un altro “difetto” strutturale del Dobson quando muniti di piattaforma equatoriale… ovvero quello di non poter essere usati ad

una latitudine geografica diversa da quella tipica della piattaforma. Attualmente sul mercato vi sono infatti diversi modelli di piattaforme equatoriali, ma tutte a latitudine fissa; il che, paradossalmente, fa del dobson uno strumento stanziale quando invece dovrebbe essere lo strumento “da viaggio” per eccellenza, da sfruttare durante la ricerca di cieli sempre migliori.

La piattaforma EARTHA, invece, consente di variare la latitudine di 2° in 2°, da 30° a 60°: praticamente la latitudine che separa le Canarie da Helsinki, in Finlandia.

Il sistema, adattabile a dobson fino a 24” di diametro e a 80 kg di peso, viene azionato da un motore passo-passo a controllo elettronico e a velocità d’inseguimento finemente variabile.

Il prezzo previsto si aggira intorno ai 1.100 euro, con una disponibilità di vendita che al momento viene indicata per la fine marzo.

www.geoptik.com