Coelum Astronomia 231 - 2019 - Page 151

15

14

13

www.coelum.com

151

16 marzo 2019

03:12 - La cometa C/2018 A6 Gibbs alla minima distanza dalla Terra (2,724 UA; m = +12.8 (?); el. = 110°; Carina)

15:20 - L’asteroide (110) Lydia in opposizione nella Vergine (dist. Terra = 1,956 UA; m = +11,9; el. = 172°).

19h - Per circa 2 ore è osservabile la “maniglia d’oro” (Golden handle) sulla Luna: il Sole sorge sui Montes Jura illuminandoli, mentre il Sinus Iridum ai loro piedi è ancora in ombra. L’effetto è quello di un arco brillante che si staglia sul terminatore.

13 marzo 2019

02:23 - La Luna alla massima librazione ovest (8,5°; AP = 306°).

05:30 - Venere (h = 6°; m = –4,0) passa 47’ a nord di theta Capricorni (SAO 164132; m = +4,1).

17:30 - L’asteroide (53) Kalypso in opposizione nella Vergine (dist. Terra = 1,349 UA; m = +11,6; el. = 176°).

19:20 - La Luna (h = 59°; fase = 43%) passa 4,5° a nordest di Aldebaran (alfa Tauri; m = +1,0).

16

15 marzo 2019

19:28 - La Luna alla massima declinazione nord (+21°27’).

14 marzo 2019

04:05 - Luna al Primo Quarto.

05:34 - Mercurio in congiunzione eliaca inferiore (el. = 3,5°; dist. Terra = 0,618 UA).

09:56 - Venere al nodo discendente.

Formazione di un proto-ammasso. Il modello standard cosmologico prevede l’esistenza di massa e energia oscura per spiegare l’evoluzione del nostro Universo, ma per individuare queste due elusive componenti è innanzitutto necessario conoscere e prevedere la formazione a grande scala delle strutture di materia visibile, quella che possiamo osservare con i nostri strumenti. Il progetto IllustrisTNG si occupa proprio di questo, e quella che vediamo come sfondo della guida di questo mese, è una simulazione (in una regione di 50 Mpc) della formazione di un proto-ammasso di galassie. La materia ordinaria (in rosso) formata da gas cosmico, viene contesa tra le forze messe in campo da supernovae, buchi neri supermassici e pozzi gravitazionali formati da aggregati di materia oscura (in bianco).

Crediti: TNG Simulations