Coelum Astronomia 231 - 2019 - Page 147

www.coelum.com

147

Sotto. Una splendida ripresa fotografica a grande campo mostra l’aspetto e la posizione, rispetto alle stelle di riferimento, dell’ammasso aperto NGC 1647, un insieme di migliaia di stelle lontano circa 1.760 anni luce e vecchio circa 150 milioni di anni.

La classificazione degli ammassi aperti

Ricordiamo rapidamente che gli ammassi aperti sono classificati secondo uno schema ideato dall’astronomo americano Robert Trumpler nel 1930 che è basato su tre grandezze:

1) contrasto rispetto al fondo stellare, con valori

da I a IV, ovvero da più concentrato a meno concentrato

2) escursione di luminosità fra le componenti, con

valori da 1 a 3, ovvero da una piccola ad una grande escursione

3) concentrazione delle componenti (p = povera,

m = media, r = ricca)

Nel caso di NGC 1647, l’ammasso è classificato di tipo II2m, ovvero di indice medio per i tre parametri elencati.