Coelum Astronomia 230 - 2019 - Page 72

Coelum Astronomia

72

Sotto. Gli effetti di una tempesta geomagnetica, a livello della nostra tecnologia moderna, sono molteplici, a partire dal malfunzionamento di satelliti artificiali, fino al sovraccarico delle linee di distribuzione elettrica a causa delle correnti geomagnetiche indotte.

Satelliti in orbita alla mercé del Sole

Si scoprì ben presto che particolarmente esposti ai capricci del Sole erano i satelliti in orbita attorno alla Terra, e non solo.

Tra le conseguenze dannose dei flussi di particelle dal Sole, possiamo citare l’accumulo di cariche sulle parti metalliche dei satelliti, e le conseguenti scariche elettriche che possono danneggiarne l’elettronica. Altre parti sensibili sono i pannelli solari e i sistemi di controllo d’assetto, che possono andare soggetti a un rapido degrado.

Inoltre, fin dai primi anni ‘70, ci si accorse che l’attività solare, influenzando la densità degli strati più alti dell’atmosfera terrestre, poteva accelerare il decadimento orbitale di satelliti in orbita bassa. Ad esempio, un’attività solare più intensa del previsto fece anticipare il rientro in atmosfera dello Skylab nel 1979, prima che il programma Shuttle fosse operativo per un’ambiziosa missione di ri-sollevamento dell’orbita.