Coelum Astronomia 230 - 2019 - Page 51

www.coelum.com

51

Sopra. La zona prescelta per l’atterraggio di Chang’e-4 sul lato nascosto della Luna.

Sotto. Dalla CNSA una ripresa panoramica a 360 gradi, ottenuta combinando immagini scattate dalla camera a bordo della sonda Chang'e-4 (qui in proiezione cilindrica, ne esiste anche una versione in formato fisheye). Crediti: Xinhua / China Space Administration.

Chang’e 4 è sul lato nascosto della Luna

di Alberto Zampieron – Astronautinews.it

Nel 2013 Chang’e-3 era stato il primo veicolo ad atterrare sulla superficie del nostro satellite dai tempi della missione russa Luna-24 del 1976. Il 3 gennaio scorso, con Chang’e-4, la Cina ha affrontato per la prima volta nella storia la difficoltà di effettuare un allunaggio sul lato nascosto della Luna.

Non essendo la sonda direttamente visibile dalla Terra, per poter effettuare questa missione è stato indispensabile utilizzare almeno un satellite per fare da “ponte-radio” per la telemetria e i comandi dalla Terra alla Luna e viceversa. Per ovviare al problema e per rendere possibile la trasmissione dei dati scientifici raccolti dalla sonda, i cinesi hanno quindi predisposto un “ripetitore”. Nel maggio scorso, il satellite Queqiao è stato posizionato in un’orbita “halo” attorno al punto lagrangiano L2 del sistema Terra-Luna, situata tra i 65.000 e gli 85.000 km dalla superficie lunare.

Da quella posizione il satellite è in grado di vedere sia il lato nascosto della Luna sia la Terra e potrà usare la sua grande antenna parabolica per comunicare in banda X con il lander e il rover della missione e in banda S con le stazioni di terra.