Coelum Astronomia 230 - 2019 - Page 29

www.coelum.com

29

OSIRIS-REX

Attualmente OSIRIS-REX ha raggiunto l’asteroide (101955) Bennu a circa 110 milioni di chilometri da noi. Dopo il primo avvicinamento a circa 20 km di distanza, la sonda ha eseguito il 31 dicembre una manovra di inserimento orbitale a una distanza tra l’1,4 e i 2 km attorno all’asteroide.

Telescopio Spaziale Hubble

L’8 gennaio l’Hubble ha fatto preoccupare il team missione. Un guasto – la strumentazione ha rilevato livelli di voltaggio non validi per la Wide Field Camera 3 del grande telescopio spaziale – ne aveva interrotto le funzioni.

Fortunatamente – e nonostante lo shutdown ben più importante dovuto al governo americano, per il quale la NASA ha dovuto interrompere la maggior parte delle operazioni – il 17 gennaio, dopo una serie di test e ricalibrazioni, lo strumento è tornato a lavorare in piena attività.

Certo è che questo spettacolare strumento ha raccolto quasi il 50% di tutta la scienza “macinata” da Hubble, fra cui anche la scoperta di Ultima Thule, oggetto della fascia di Kuiper visitato dalla sonda New Horizons, quindi una sua eventuale defezione sarebbe un grave colpo alla scienza prodotta dal telescopio. Per il momento, però, l’emergenza è rientrata.

Crediti: NASA.

Sopra. Due impressionanti immagini dell’emisfero meridionale di Bennu riprese il 17 gennaio da una distanza di circa 1,6 km, ognuna con un tempo di esposizione di circa 1,4 millisecondi. Crediti: Nasa/Goddard/University of Arizona/Lockheed Martin