Coelum Astronomia 230 - 2019 - Page 151

www.coelum.com

151

Non contenti, spingiamoci ora ancora più lontano: a 30 milioni di anni luce ci si pone innanzi la bellissima Galassia Girasole (M 63). Siamo al Telescopio Remoto ASTRA #1.

Sopra. M 63, la Galassia Girasole nei Cani da Caccia a 30 milioni di anni luce dalla Terra. La sua forma altamente regolare si è originata grazie alla cospicua Materia Oscura che la circonda. Telescopio Remoto ASTRA#1 (Ritchey-Chrétien, 1354 mm/5.4 & SBIG ST8XME su GM2000, Vidor, TV). Massimo Orgiazzi.

Emisfero Ovest

Visualizza la Mappa del Cielo dell'Emisfero Ovest

Guardando a Ovest

Con i Gemelli al Meridiano, che fanno da spartiacque tra i due emisferi, il cielo occidentale, partendo da sud, è caratterizzato dalle brillanti stelle delle costellazioni tipicamente invernali. Prima tra tutte si nota l’azzurra Sirio (mag. –1,45), nella costellazione del Cane Maggiore, che ha da poco passato il Meridiano e brilla fulgida nel cielo di Occidente. Poco distanti si riconoscono le brillanti stelle di Orione, con la sua inconfondibile sagoma facilmente individuabile in cielo. Tra queste stelle spicca per via del suo colore nettamente rosso la supergigante Betelgeuse (mag. +0,45) che ci appare bellissima all’osservazione con un binocolo. Noi la possiamo vedere nella prossima pagina, ripresa al telescopio remoto UAI, ASTRA #2.

A destra di Orione, in alto quasi allo zenit, la luminosa Capella (mag. +0,05), gigante gialla in Auriga e, sottostante, la gigante rossa Aldebaran (mag. +0,85), nel Toro.

Ancora alti sono il Cefeo, Cassiopea e Perseo. Si avviano invece al tramonto le deboli stelle di Eridano insieme alla Balena, ai Pesci, alla bella Andromeda e alle piccole costellazioni del Triangolo e dell’Ariete.