Coelum Astronomia 230 - 2019 - Page 123

Il crepuscolo astronomico è definito come l’intervallo di tempo dopo il tramonto o prima del sorgere del Sole, in cui vi siano ancora in cielo delle tracce di luce. Il crepuscolo astronomico termina quando spariscono anche le ultime tracce di luce ed inizia la notte astronomicamente intesa, il che capita quando il Sole raggiunge i 18° sotto l’orizzonte. Come istante (all’alba o al tramonto) è definito dall’istante in cui il Sole ha l’altezza –18° sull’orizzonte. Come intervallo di tempo (all’alba o al tramonto) è definito dall’intervallo di tempo che il Sole impiega a passare da 0° a –18° sull’orizzonte.

LA NOTTE ASTRONOMICA

I tempi, in TMEC, sono calcolati per una località a 12° Est e 42° Nord. Il crepuscolo astronomico inizia, o termina, nel momento in cui il Sole si trova 18° sotto l’orizzonte (vedi l’articolo all’indirizzo

www.coelum.com/articoli/risorse/il-crepuscolo).

FINE

CREPUSCOLO

SERALE

INIZIO

CREPUSCOLO

MATTUTINO

DURATA

NOTTE

ASTRONOMICA

DATA

Ott 01 20:27 09:09 05:36

06 20:18 09:23 05:41

11 20:10 09:38 05:47

16 20:02 09:51 05:53

21 19:54 10:04 05:58

26 19:47 10:17 06:04

31 18:42 10:27 05:09

Il crepuscolo astronomico è definito come l’intervallo di tempo dopo il tramonto o prima del sorgere del Sole, in cui vi siano ancora in cielo delle tracce di luce. Il crepuscolo astronomico termina quando spariscono anche le ultime tracce di luce ed inizia la notte astronomicamente intesa, il che capita quando il Sole raggiunge i 18° sotto l’orizzonte. Come istante (all’alba o al tramonto) è definito dall’istante in cui il Sole ha l’altezza –18° sull’orizzonte. Come intervallo di tempo (all’alba o al tramonto) è definito dall’intervallo di tempo che il Sole impiega a passare da 0° a –18° sull’orizzonte.

LA NOTTE ASTRONOMICA

I tempi, in TMEC, sono calcolati per una località a 12° Est e 42° Nord. Il crepuscolo astronomico inizia, o termina, nel momento in cui il Sole si trova 18° sotto l’orizzonte (vedi l’articolo all’indirizzo

www.coelum.com/articoli/risorse/il-crepuscolo).

FINE

CREPUSCOLO

SERALE

INIZIO

CREPUSCOLO

MATTUTINO

DURATA

NOTTE

ASTRONOMICA

DATA

Set 01 21:24 07:34 04:58

06 21:14 07:51 05:05

11 21:04 08:08 05:12

16 20:55 08:23 05:18

21 20:45 08:39 05:24

26 20:36 08:54 05:30

Ott 01 20:27 09:09 05:36

www.coelum.com

151

sudest, sarà sorto anche Saturno (mag. +0,6). Sarà un bel quadretto da osservare e riprendere a campo largo, ma per immortalare i tre astri principali nella cornice del paesaggio bisognerà alzarsi almeno un paio d’ore prima, per averli alla giusta altezza. Sarà infatti molto piacevole riprendere anche l’incontro dei più brillanti Giove e Venere con la falce di Luna.

Con il passare dei minuti, gli astri si alzeranno sull’orizzonte ma nel contempo il cielo si farà sempre più chiaro, con l’alba che incalza. Potremo seguire la Luna e Venere anche nel crepuscolo dell’alba… fino a che ora riuscirete a scorgerli?

1 febbraio. Febbraio si apre col nostro satellite in fase calante (fase dell’11%) fra le stelle del Sagittario, preceduto dai pianeti Giove (distanza 15°) e Venere (distanza 5°), seguito infine dal pianeta Saturno (distanza 11°) fra le prime luci dell'alba. L’allineamento tra i due pianeti più brillanti e la Luna si è ora fatto più allungato, con le separazioni reciproche più marcate, ma comunque piacevoli da osservare e fotografare a grande campo.

Per chi insegue le sottili falci lunari in realtà si è iniziato subito nella tarda nottata del 1 febbraio quando alle 05:15 è sorta una sottile falce di luna di 26 giorni di età.

2 febbraio. Si replica il mattino seguente 2 febbraio con una falce lunare di 27 giorni di età (fase del 6%) che sorgerà alle 06:06 sempre preceduta dai pianeti Giove e Venere anche se ancor più distanziati rispetto al giorno precedente, rispettivamente a 26° e 16°. Nel caso specifico, però, la nostra attenzione cadrà principalmente sulla Luna che occulterà il pianeta Saturno (vedi box a pagina 124) proprio durante il suo sorgere, oltre al fatto che il tempo a nostra disposizione sarà veramente esiguo data la vicinanza col sorgere del Sole.