Coelum Astronomia 230 - 2019 - Page 120

Coelum Astronomia

120

sufficientemente buio, dopo il tramonto, troveremo il Pianeta Rosso alto sull’orizzonte di sudovest sopra i 45°. Tramonterà poco dopo le 23, lasciandoci alcune ore utili per la sua osservazione e ripresa. Durante il mese sarà sempre molto vicino a Urano, con cui si stringerà in una bella congiunzione il giorno 13.

Giove

Mag. da –1,9 a –2,0; diam. da 33,6" a 36,1"

Osservabile nella seconda parte della notte

Il grande pianeta gassoso, in febbraio, sarà ben osservabile durante tutta la seconda parte della notte. Sarà facilmente riconoscibile, con la sua magnitudine che raggiunge il valore di –2 a metà mese. Sorgerà dall’orizzonte di est-sudest alle ore 3:58 a inizio mese, per anticipare alle 2:31 a fine mese, lasciandoci quindi alcune ore per la sua osservazione, anche se non sarà ancora mai troppo alto sull’orizzonte prima di perdersi nel chiarore del crepuscolo mattutino (raggiunge i 25° circa al transito in meridiano, quando ormai è giorno). Dimorerà nella costellazione dell’Ofiuco per tutto il mese.

Saturno

Mag. da +0,5 a +0,6; diam. da 34,7" a 35,6"

Osservabile la mattina prima dell’alba

Fortunatamente, il grande pianeta con l’anello ha avuto un mese intero per “riprendersi” dalla congiunzione con il Sole dello scorso 7 gennaio e ora potremo tornare a osservare la sua magnificenza la mattina, prima dell’alba. Sorgerà alle 5:55 a inizio mese, orario anticipato di 1:36 minuti a fine mese (4:19) permettendoci quindi di osservarlo. Lo troveremo tra le stelle del Sagittario, dove sarà facile vedere anche Giove, che lo precede di qualche ora.

Nel corso del mese Saturno sarà protagonista di una bella congiunzione con Venere (la mattina del 18 febbraio) e soprattutto di una particolare occultazione da parte della Luna a inizio mese: da non perdere! (Vedi box a pagina 124).

Urano

Mag. da +5,8 a +5,9; diam. da 3,5" a 3,4"

Osservabile nella prima parte della notte

Il remoto pianeta gassoso, in febbraio, sarà osservabile nella prima parte della notte: tramonterà poco prima della mezzanotte a inizio mese, ma questo orario sarà anticipato di un’ora e 40 minuti a fine mese. La sera, quando il cielo sarà sufficientemente buio, potremo cercarlo con l’aiuto di un binocolo, o meglio di un telescopio, tra le stelle dei Pesci fino al 6 febbraio, dopodiché il lontano pianeta si sposterà nell’Ariete. Sarà già piuttosto alto, circa 32°, sull’orizzonte ovest-sudovest alle ore 20 a metà mese. È un buon periodo per l’osservazione serale del pianeta che il giorno 13 febbraio sarà protagonista assieme a Marte di una bella congiunzione.

Nettuno

Mag. +8,0; diam. 2,2"

Osservabile la sera prima del tramonto nella prima parte del mese