Coelum Astronomia 230 - 2019 - Page 114

Coelum Astronomia

114

Dove passerà la Stazione Spaziale Internazionale?

Leggi la rubrica di Giuseppe Petricca per scoprire ogni mese quali sono i passaggi più interessanti della Stazione Spaziale Internazionale, gli orari e tutte le infomazioni utili all'osservazione!

soprattutto si trova lontano dai paesi e quindi dall’inquinamento luminoso.

Quella sera il cielo era veramente favoloso, niente Luna, nessuna nuvola, temperatura gradevole, atmosfera pulita e trasparente. Prima che iniziasse il cenone sono uscita a fare qualche scatto con la mia reflex, lontano dal parcheggio del ristorante, perché lì è sempre acceso un faro che illumina a giorno l’intera area. Inutile dire che ho sempre maledetto questa fonte di illuminazione!

Nei pochi minuti che avevo a disposizione, ho ripreso la costellazione di Orione, che sorgeva da dietro le montagne innevate, le Pleiadi e la costellazione del Toro. Poi via, di corsa, a cenare! Allo scoccare della mezzanotte sono scoppiati i festeggiamenti per il nuovo anno: le persone che cenavano al ristorante sono uscite e hanno cominciato a far esplodere i fuochi d’artificio. Dato che non perdo mai l’occasione per scattare qualche bella fotografia, sono uscita con l’intento di eseguire qualche scatto colorato allo spettacolo pirotecnico, anche se, in realtà, mi sono resa conto ben presto che questi fuochi d’artificio erano piuttosto deludenti... A quel punto ho pensato di allontanarmi nuovamente dalle luci e provare a cercare qualche altro soggetto.

Continuavo a camminare, lasciandomi alle spalle la Baita con le sue luci. Ormai Orione era alto, e ho pensato di cercare la costellazione di Cassiopea e Andromeda, ovviamente partendo dalle stelle di riferimento del Grande Carro. Nel momento in cui mi sono voltata e ho trovato l’asterismo ho notato, con grandissimo stupore, che il fumo dei fuochi artificiali aveva creato una leggera nebbia che, a sua volta illuminata dal grande faro del parcheggio, creava degli affascinanti fasci di luce quasi surreali, lasciando però libera la parte di cielo in cui dominava proprio il Grande Carro.

Non ho perso un attimo e ho ripreso quest’effetto favoloso… Che altro devo aggiungere?

Con questi miei racconti personali desidero invitare tutti i lettori a non demoralizzarsi quando, pronti per la ripresa del cielo, magari dopo aver organizzato un’uscita in qualche luogo lontano dalle luci di città, all’improvviso una nube si mette in mezzo o sale la foschia. Non sempre possiamo

Scia luminosa di un’automobile che sale sul Passo Giau, ottobre 2014, posa Bulb di 77 secondi, ISO 1250, f/2,8 . Posa di 25 secondi con le stesse impostazioni per il cielo.