Coelum Astronomia 230 - 2019 - Page 138

LUNA

di Francesco Badalotti

La Luna di Febbraio

Febbraio si apre col nostro satellite in fase calante, con età di 25,9 giorni a un'altezza di –51° 41' al di sotto dell'orizzonte, in attesa di sorgere per la prima volta in questo mese alle 05:15 fra le stelle del Sagittario, preceduto dai pianeti Giove (distanza 15°) e Venere (distanza 5°), seguito infine dal pianeta Saturno (distanza 11°) fra le prime luci dell'alba. Fase calante che culminerà col Novilunio del 4 febbraio alle 22:04. La successiva fase crescente vedrà la fase di Primo Quarto alle 23:26 del 12 febbraio quando il nostro satellite, dopo essere transitato in meridiano alle 18:10 a +59°, si troverà a un'altezza di +18° fra le stelle della costellazione del Toro, andando poi a tramontare nelle primissime ore della notte seguente.

Come sempre, sarà proprio questo il periodo maggiormente indicato per programmare osservazioni fotovisuali del nostro satellite. A completamento della fase crescente, la Luna sarà in Plenilunio alle 16:53 del giorno 19, quando mancherà meno di un'ora al suo sorgere (17:44) nella costellazione del Leone. Da qui riprenderà la fase di Luna calante con l'Ultimo Quarto che sarà raggiunto alle 12:28 del 26 febbraio, col nostro satellite a –15° sotto l'orizzonte, andando così a chiudere il mese in corso col nostro satellite a ben –40° al di sotto dell'orizzonte, in fase di 24 giorni.

Sopra. Le fasi della Luna in febbraio, calcolate per le ore 00:00 in TMEC. La visione è diritta (Nord in alto, Est

dell’osservatore a sinistra). Nella tavola sono riportate anche le massime librazioni topocentriche del mese, con il circoletto azzurro che indica la regione del bordo più favorita dalla librazione. A destra. La tabella riporta gli orari di sorgere, culminazione, altezza (in gradi raggiunta all’istante della culminazione) e del tramonto, oltre alla costellazione di transito. Gli istanti e i dati degli eventi riportati, calcolati per le ore 00:00 in TMEC (TU+1), sono topocentrici, ovvero riferiti alla posizione geografica di un osservatore posto a Long. 12° E; Lat. 42° N. Gli altri valori relativi al nostro satellite sono disponibili qui.

Coelum Astronomia

138