Coelum Astronomia 230 - 2019 - Page 121

www.coelum.com

121

La ISS e i Pianeti

Il 10 gennaio la stazione spaziale internazionale transiterà ben visibile nei nostri cieli (magnitudine di picco a –3,7) dalle 06:35 a ovest-nordovest alle 06:42 verso sudest. Il transito sarà vicino ai pianeti Giove e Venere a oriente. Il giorno successivo, l’11 gennaio, avverrà un secondo transito dalle 05:44 in direzione nordest alle 05:50 verso est-sudest. Questo sarà un transito parziale e ancora vicino a Giove e

Venere a oriente. La magnitudine

massima sarà di –3,8, appena uscita dall’ombra della Terra.

Per conoscere le date di tutti i transiti della Stazione Spaziale Internazionale consulta la rubrica di Giuseppe Petricca dedicata alla ISS, a pagina 158.

Le falci Lunari di febbraio

di Francesco Badalotti

Per chi insegue le sottili falci lunari si inizia subito nella tarda nottata del 1 febbraio quando alle 05:15 sorgerà una bella falce con età di 26 giorni, preceduta nell'ordine da Giove (distanza 15°) e Venere (distanza 6°) e seguita dal pianeta Saturno a 11° di distanza. Indubbiamente un bel quadretto per osservazioni fotovisuali. Immediata replica il mattino seguente 2 febbraio con una falce lunare in fase di 27 giorni che sorgerà alle 06:06' nella costellazione del Sagittario sempre preceduta dai pianeti Giove e Venere anche se più distanziati rispetto al giorno precedente, rispettivamente a 26° e 16° (vedi cartine e dettagli nella sezione dei fenomeni del mese). Nel caso specifico è importante notare che la Luna occulterà il pianeta Saturno proprio durante il suo sorgere, oltre al fatto che il tempo a nostra disposizione sarà

veramente esiguo data la vicinanza col sorgere del

Sole. Si segnala, solo per informazione, la falce lunare in fase di 28 giorni che sorgerà alle 06:51 del 3 febbraio appena un'ora prima del sorgere del Sole, una situazione osservativa estremamente problematica e rischiosa.

Passando ora alla Luna crescente, il

primo appuntamento è per il tardo pomeriggio del giorno 6 febbraio con una sottile falce di

1,8 giorni il cui tramonto è previsto per le 19:09, dopo il tramonto del Sole intorno alle 17:30 circa. La sera successiva, il 7 febbraio, una falce in fase di 2,8 giorni tramonterà alle 20:09. In questo caso, avremo tutto il tempo necessario per effettuare osservazioni visuali e acquisizione di immagini in tutta sicurezza.

Come sempre per questa tipologia di osservazioni lunari, oltre agli ormai noti parametri osservativi, sarà determinante disporre di un orizzonte il più possibile libero da ostacoli.

• Astrofotografia. Andiamo a caccia delle

sottilissime falci lunari

Sotto. Sottile falce di Luna di Mauro Muscas - PhotoCoelum

Le condizioni di osservabilità di Nettuno in febbraio sono in rapido peggioramento: potremo ancora dargli uno sguardo, con l’aiuto di un telescopio, in primissima serata, cercandolo nella costellazione dell’Acquario, ma tramonterà ormai molto presto. Se a inizio mese la sua calata sotto l’orizzonte avverrà alle 20:10, a fine mese tale orario sarà anticipato alle 18:29, quando il cielo sarà ancora molto chiaro. Potremo quindi tentare di osservarlo solo nella prima parte del mese ma all’inizio della notte astronomica sarà già molto basso sull’orizzonte di ovest-sudovest.