Coelum Astronomia 230 - 2019 - Page 118

Sopra. Il grafico mostra l’aspetto dei pianeti durante il mese, con indicati i relativi diametri angolari e, per quelli interni, anche la fase. Il diametro di Saturno è riferito all’intero sistema (anelli inclusi).

PIANETI

Coelum Astronomia

118

5:30 del mattino dopo.

La durata della notte astronomica, in continua diminuzione, in febbraio sarà in sostanza di poco superiore alle 10 ore.

Pianeti Nani principali

In febbraio Plutone avrà da poco superato la congiunzione con il Sole (11 gennaio) e comincerà a fare capolino nel cielo del mattino. La mattina sarà però molto basso sull’orizzonte orientale mentre, quando avrà guadagnato sufficiente altezza per essere ripreso, il crepuscolo del mattino lo avrà già raggiunto, rischiarando il cielo e rendendolo così impossibile da osservare. Segnaliamo comunque (anche se il cielo sarà molto chiaro) la congiunzione di Plutone con Venere la mattina del 23 febbraio (ore 6:30), quando i due pianeti saranno separati di circa 1,4°.

Ottima l’osservabilità del pianeta nano (1) Cerere in febbraio, che sarà rintracciabile, nella seconda parte della notte, nella costellazione dello Scorpione (fino al giorno 16) e poi nell’Ofiuco. A inizio mese sorge alle ore 2:23 mentre alla fine di febbraio si innalzerà dall’orizzonte alle ore 1:12. Per osservarlo sarà sempre e comunque necessario un buon binocolo o comunque un telescopio: la sua magnitudine è pari a +8,8.