Coelum Astronomia 229 - 2019 - Page 154

Coelum Astronomia

154

21 gennaio

Eclisse Totale di Luna

di Francesco Badalotti

Ormai archiviata l'eclisse totale del 27 luglio scorso, accompagnata dalla contemporanea opposizione del pianeta Marte – eccezionale combinazione di eventi astronomici, che tutti abbiamo avuto modo di seguire e ammirare – veniamo ora alla notte del 21 gennaio 2019, quando il nostro satellite si esibirà in un'altra delle sue sempre spettacolari e interessanti eclissi totali.

Con un valore di "magnitudine di penombra" di 2,168 (frazione di Luna oscurata con ingresso di penombra della Terra) e un valore di "magnitudine umbrale" di 1,195 (frazione di Luna oscurata dal cono d'ombra della Terra) questo fenomeno, oltre che in America Centrale e Meridionale, sarà visibile anche dai settori nordoccidentali di Europa e Africa, anche se con sempre minore intensità procedendo verso est-sudest, fino all'Asia Centrale e all'Oceania, dove l'eclisse risulterà completamente invisibile. Per quanto riguarda il nostro Paese, è utile precisare che la fase iniziale del fenomeno, prevista per le 03:36, potrà essere seguita da tutte le località italiane anche se le estreme aree meridionali potranno essere parzialmente penalizzate da una minore altezza della Luna. Le cose non andranno meglio per chi intendesse seguire la fase massima dell'eclisse prevista per le 06:12, quando il nostro satellite si troverà a un'altezza generalmente inferiore ai 20°, con massimo di +19° in Valle d'Aosta, fino a valori nettamente inferiori procedendo verso le estreme regioni meridionali. Infine la fase terminale dell'eclisse, prevista per le 08:48, chiaramente non potrà essere osservata in quanto la Luna, tramontata alle 07:41, si troverà ormai abbondantemente sotto l'orizzonte per tutte le località italiane.

Considerando sempre come riferimento medio l'Italia Centrale, ad esempio a Roma, l'Eclisse di penombra avrà inizio alle 03:36 con la Luna a