Coelum Astronomia 227 - 2018 - Page 85

www.coelum.com

85

Visita il sito web di Giorgia Hofer con tutte le sue raccolte di immagini!giorgiahoferphotography.com

Giorgia Hofer su

Photo-Coelum

Tutte le immagini di Giorgia su Photo-Coelum!

Clicca qui

Il cielo stellato delle Dolomiti

Leggi anche:

gravitazionalmente e “precipitano” verso la Terra, disintegrandosi nella nostra atmosfera. I più grossi producono un bagliore visibile anche occhio nudo, altri sono visibili solo fotograficamente o tramite radar. Le meteore maggiori possono arrivare anche a decine nell’arco di un’ora (questo valore viene indicato con la sigla ZHR, che spesso vedete citata nel nostro Cielo del mese in occasione degli sciami più famosi come quello estivo delle Perseidi).

Questo mese vorrei invitarvi ad alzare il naso verso le stelle quando a solcare i nostri cieli saranno le Leonidi, intorno al 17 novembre. Le Leonidi sono uno dei più importanti sciami meteorici e sono generate dalla Cometa 55P/Tempel-Tuttle. Come tutti gli sciami, devono il loro nome alla posizione del “radiante”, il punto cioè da cui sembrano provenire, localizzato nel caso delle Leonidi nella costellazione del Leone appunto: le meteore infatti sembrano irradiarsi proprio da quel punto del cielo.

Lo sciame delle leonidi è caratterizzato da meteore molto rapide, la cui velocità può raggiungere i 72 km/s. In media, la massa degli oggetti che danno vita alle luminose meteore è pari a circa 85 g, con una sezione di circa 9 mm. Il ciclo delle Leonidi è pari a 33 anni, ossia il valore del periodo orbitale della cometa progenitrice, la già citata Tempel-Tuttle. Talvolta anche le Leonidi hanno offerto un vero e proprio spettacolo

Riprendiamo il percorso delle stelle al meridiano

su Coelum Astronomia 226 a pagina 122