Coelum Astronomia 227 - 2018 - Page 60

60

Coelum Astronomia

massa compresa approssimativamente tra 2 e 4 volte quella di Giove.

I dati del transito osservato dal telescopio Hubble permettono di definire anche le proprietà generali della grande luna che  —  a quanto pare  —  gli orbita intorno. Kepler-1625b-i ha un diametro che è circa 4 volte quello terrestre, quindi intorno ai 50.000 km. Ciò pone questo gigantesco satellite naturale nella stessa classe di Urano e Nettuno, che sono, dal punto di vista della grandezza, il terzo e il quarto pianeta del Sistema Solare dopo Giove e Saturno.

Teachey e Kipping stimano che Kepler-1625b-i abbia una massa intorno all’1,5% di quella del pianeta gigante intorno al quale orbita. Ne consegue che questa super-luna ha una massa compresa all’incirca tra 10 e 20 masse terrestri, un dato che conferma la sua ipotizzata somiglianza con Urano e Nettuno, le cui masse sono rispettivamente 15 e 17 volte quella della Terra.

Dall’analisi del transito ripreso da Hubble si ricavano anche, in via speculativa, alcuni parametri dell’orbita di Kepler-1625b-i. L’analisi statistica favorisce un’inclinazione orbitale di 45° rispetto al piano dell’orbita del pianeta. La distanza media da Kepler-1625b, ipotizzando un’orbita circolare, è stimata invece in circa 40 raggi planetari, cioè approssimativamente 2,9 milioni di km (7,5 volte la distanza tra la Terra e la Luna). È probabile che all’inizio pianeta e luna fossero molto più vicini tra loro, ma che, nel corso della lunga vita di questo antico sistema, l’azione dovuta alle forze mareali (simile a quella che

Sotto. La geometria del transito del pianeta Kepler-1625b e della sua probabile luna Kepler-1625b-i davanti al disco stellare, così come si ricava dalla curva di luce prodotta da Hubble nel corso delle osservazioni compiute tra il 28 e il 29 ottobre 2017. Crediti: NASA, ESA, D. Kipping, A. Feild