Coelum Astronomia 227 - 2018 - Page 48

Coelum Astronomia

48

avvengono ogni giorno, o addirittura più volte al giorno».

Nonostante questi risultati indichino che i pianeti posti nell'orbita delle giovani nane rosse non siano quindi particolarmente adatti per lo sviluppo della vita, il team HAZMAT rimane speranzoso ed è pronto sostenere che comunque la questione non è del tutto chiusa. «I brillamenti che abbiamo osservato hanno la capacità di strappare via l'atmosfera da un pianeta, ma ciò non significa necessariamente la fine per la vita», ha detto Loyd. «Potrebbe benissimo trattarsi di una forma di vita diversa da quella che conosciamo, oppure potrebbero essere in atto dei processi in grado di reintegrare costantemente l'atmosfera del pianeta. È certamente un ambiente difficile, ma esiterei a dire che si tratta di un ambiente completamente sterile».

Diversamente dalle stelle più giovani, le vecchie nane rosse potrebbero non manifestare lo stesso problema. Finora, il team ha analizzato solo le stelle più giovani e deve ancora studiare le nane rosse più mature, osservando il loro comportamento man mano che invecchiano. La prossima fase dello studio HAZMAT studierà l'attività delle nane rosse di mezza età – quelle di circa 650 milioni di anni – prima di passare alla fascia d'età più anziana.

Una rappresentazione artistica di alcuni pianeti extrasolari in orbita attorno ad una piccola stella nana rossa. Crediti: NASA/JPL-Caltech