Coelum Astronomia 227 - 2018 - Page 33

www.coelum.com

33

Lo scorso 27 giugno 2018 alle 2:35 del mattino ora italiana, esattamente 1.302 giorni dopo il lancio, la sonda giapponese Hayabusa2 ― con i suoi piccoli ospiti i tre rover Minerva-II e Mascot, il lander europeo ― ha finalmente raggiunto la sua meta, l’asteroide Ryugu. Dopo un lungo viaggio durato circa 30 mesi, durante lo scorso ottobre la sonda giapponese è entrata nel vivo di una complessa missione, basata su un intricato sistema di automatismi, che consentirà agli scienziati planetari di far luce direttamente sulle origini del Sistema Solare.

Il suo obiettivo primario è quello di studiare l’asteroide e di prelevarne dei campioni da riportare a Terra. Se tutto andrà bene, il viaggio di rientro della sonda inizierà nel dicembre del 2019, e arriverà sulla Terra con il suo prezioso carico un anno dopo, nel dicembre 2020.

Dopo il rilascio e le prime suggestive immagini dei due rover giapponesi Minerva-II 1A e 1B (di cui vi abbiamo parlato nel numero scorso), è stato il turno di Mascot il rover europeo. Dal 3 ottobre infatti, l’asteroide “near earth” (NEO) Ryugu, posto a circa 300 milioni di chilometri dalla Terra, ha un nuovo abitante.