Coelum Astronomia 227 - 2018 - Page 103

www.coelum.com

103

Hai compiuto un’osservazione?

Condividi le tue esperienze e impressioni, mandaci i tuoi report osservativi o un breve commento sui fenomeni osservati: puoi scriverci a segreteria@coelum.com. Inoltre, se hai scattato qualche fotografia agli eventi segnalati, carica le tue foto in PhotoCoelum!

LASCO C3 - Pianeti in congiunzione eliaca

Dopo la scorpacciata di pianeti estiva, questo mese seguiremo alcuni dei pianeti che sfuggono alla visione diretta, per la troppa vicinanza (prospettica) al disco del Sole, ma che sono per questo di passaggio nel campo dei coronografi LASCO che, a bordo della sonda SOHO, monitorano costantemente la nostra stella, il Sole.

Segnaliamo qui il periodo di permanenza dei pianeti in congiunzione eliaca e le congiunzioni più interessanti, ma potrete trovare un elenco più completo, come ogni mese, nella Guida degli Eventi a pag.136.

Giove sarà in transito nel campo del coronografo LASCO C3 dal 16 novembre al 6 dicembre, e in transito nel LASCO C2 dal 24 al 28 novembre.

Mercurio sarà in transito nel campo del coronografo LASCO C3 dal 24 al 30 novembre.

Il 27 novembre potremo osservare nel campo del coronografo LASCO C3 Mercurio (m = +5,9) passare a soli 26’ da Giove (m = –1,7).

23 novembre, ore 20:45: Congiunzione Luna, Aldebaran e le Pleiadi

La sera del 23 novembre, alle ore 20:45, la Luna quasi piena (fase 99%) sarà in congiunzione stretta con la stella Aldebaran (alfa Tauri; mag. +1,0), nella costellazione del Toro. I due astri saranno distanti poco più di 1°, con la Luna che si porrà a nordovest della stella.

Tuttavia, all’orario indicato, i soggetti saranno molto alti sull’orizzonte (circa 35°) e sarà possibile osservare proficuamente la congiunzione a occhio nudo o con un binocolo ma, se vogliamo scattare una bella fotografia, allora il consiglio è quello di aspettare la mattina del 24 novembre (come riportato nell’immagine), guardando però verso ovest: vedremo la figura del Toro inabissarsi verticalmente sotto l’orizzonte. Sarà facile riconoscere la “V” celeste disegnata dall’ammasso delle Iadi, in cui domina Aldebaran, con la Luna più a nord, che si sarà portata a circa 4° e 15’ dalla stella. A questo orario, la Luna sarà alta circa 19° e con il passare dei minuti si farà sempre più bassa, permettendo di cogliere in fotografia il giusto momento che sappia creare il connubio tra gli elementi celesti e quelli del paesaggio. Ampliando il nostro campo visivo, più verso nordovest, vediamo l’ammasso delle Pleiadi (M 45), anch’esse prossime al tramonto.