Coelum Astronomia 227 - 2018 - Page 102

Coelum Astronomia

102

15 novembre, ore 22:30: Congiunzione Luna e Marte

La sera del 15 novembre, guardando verso sudovest, sarà possibile ammirare una congiunzione piuttosto larga tra la Luna (fase 52%), alta circa 10°, e il pianeta Marte (mag. –0,3), posto a 4,4° a nordest della Luna. L’incontro avviene entro la sagoma del Capricorno e, a poca distanza dalla Luna, potremo forse riuscire a scorgere la debole luce della stella Deneb Algedi (delta Capricorni; mag. +2,9), posta a poco meno di 2° a sudovest del nostro satellite naturale.

meteore l’ora, con il picco massimo tra il 17 e il 18 novembre. Alle 4:00 del mattino del 18 novembre, il radiante (AR 10,3h; Dec +21,6°) posto nei pressi di Algieba (gamma Leonis) sarà già ben alto sull’orizzonte est-sudest (più di 50°).

Se l'anno scorso la Luna non ha disturbato la visione delle meteore, quest'anno il discorso è, purtroppo, diverso, con la Luna che nel periodo che va dal 17 al 22 novembre aumenterà la sua fase (dal 62% al 97% – la fase di piena sarà raggiunta il 23 novembre) disturbando quindi la visione rischiarando il fondo del cielo.

Storicamente lo sciame delle Leonidi è quello che con più regolarità è riuscito a non deludere le attese nel corso degli ultimi secoli, producendosi a intervalli più o meno regolari in straordinarie tempeste di meteore (1833, 1866, 1966, 1998…). Quindi anche quest'anno rimaniamo speranzosi di non rimanere delusi anche se per ritrovare la tempesta “basterà” probabilmente aspettare il 2031, anno del ritorno al perielio della cometa 55P. Per il momento dovremo accontentarci dell’incontro della Terra con le rade polveri sparse su tutto il suo percorso orbitale, ma la sorpresa è sempre possibile!

Per chi vorrà tentare l’osservazione, non resta che incrociare le dita, fidando, più che nella quantità, nella caduta di qualche bolide spettacolare.