Coelum Astronomia 227 - 2018 - Page 92

Sotto. Il grafico mostra l’aspetto dei pianeti durante il mese, con indicati i relativi diametri angolari e, per quelli interni, anche la fase. Il diametro di Saturno è riferito all’intero sistema (anelli inclusi).

PIANETI

Di seguito vengono fornite alcune indicazioni sulle condizioni di osservabilità dei pianeti per novembre 2018.

Mercurio

Mag. da –0,2 a +3,2; Diam. da 6,0" a 9,5"; Fase 73,6% a 5,9%

Osservabile con difficoltà al tramonto nella prima metà del mese

In ottobre il piccolo pianeta sarà un soggetto sempre piuttosto difficile da scorgere: lo troviamo, nei primi giorni del mese, raggiungere la massima elongazione orientale (23,3° E) il giorno 6 novembre. Sarà quindi visibile la sera, guardando a ovest, immerso nella luce del crepuscolo, ma non raggiungerà mai un’altezza particolarmente elevata restando sopra l’orizzonte di pochi gradi al tramonto del Sole.

Il piccolo pianeta si sposterà tra le costellazioni dello scorpione, entro i cui confini rimarrà fino al 7 novembre, per passare poi nell’Ofiuco per tornare infine nello Scorpione il 25 novembre. A questo

Coelum Astronomia

92

IL SOLE

sempre più basse. Alle ore 0:00 del 1 novembre la sua declinazione sarà di –14,3°, mentre alle stessa ora del 1 dicembre avrà già raggiunto i –21,7°: questo si tradurrà in una perdita del periodo di luce (variabile secondo la latitudine) di circa 1 ora. La notte astronomica, pertanto, comincerà in media verso le 18:30 e terminerà alle 5:30 circa.