Coelum Astronomia 227 - 2018 - Page 82

Coelum Astronomia

82

I Globuli Oscuri di IC 2944

Le Meraviglie del Cosmo

Stravaganti formazioni oscure, costituite da gas e polveri compatte, si stagliano su uno sfondo di gas brillante. Le nubi si addensano nelle vicinanze di stelle luminose e massicce, appartenenti alla complessa regione di formazione stellare IC 2944, situata a circa 6.500 anni luce di distanza nella Costellazione del Centauro.

Le nebulose a emissione come IC 2944 sono composte principalmente da idrogeno gassoso reso caldo e brillante dalla cocente radiazione emessa da giovani stelle, e sono attive nursery stellari. I particolari addensamenti nebulari visibili nella ripresa vengono chiamati Globuli di Thackeray, dal nome dell'astronomo A. D. Thackeray che li individuò per la prima volta all'interno di IC 2944 nel 1950. Simili globuli vengono studiati sin dal 1947, quando l’astronomo olandese Bart Bok richiamò l’attenzione su queste strutture come possibili siti di formazione stellare.

Il più grande dei globuli visibili nella ripresa è formato da due addensamenti nebulari, in parte sovrapposti lungo la nostra linea visuale. Le due nubi, ognuna delle quali si estende per circa 1,4 anni luce, contengono collettivamente materiale pari a 15 masse solari.

La regione HII circostante è ricca di materiale interstellare riscaldato e reso luminoso da un ammasso di gigantesche stelle di tipo O, assai più calde e massicce del nostro Sole. È così che i globuli, densi, opachi e relativamente freddi, si rendono visibili sullo sfondo brillante.

L'aspetto dei globuli è frammentato, come se qualche forza li stesse lacerando: studi condotti sulla loro intricata struttura hanno rivelato che gas e polveri al loro interno si rimescolano e si spostano continuamente. Le colpevoli sono le stelle giganti dell'ammasso, la cui potente radiazione ultravioletta provoca surriscaldamento

di Barbara Bubbi - Universo Astronomia