Coelum Astronomia 227 - 2018 - Page 105

www.coelum.com

105

Dopo la 21P/Giacobini-Zinner, che abbiamo salutato a ottobre, novembre ci propone altre due comete interessanti da osservare, a testimonianza del “risveglio” di questi affascinanti oggetti dopo un letargo piuttosto lungo.

Cominciamo la rubrica con la 38P/Stephan-Oterma, già proposta lo scorso mese, che raggiungerà il perielio il 10 novembre divenendo più convincente. Per tutto il periodo considerato, la sua luminosità non dovrebbe discostarsi troppo dalla nona magnitudine, un valore modesto ma alla portata di piccoli strumenti. Quel che però dovrebbe stimolarci a osservarla è il suo periodo orbitale di quasi quarant’anni. Aspettare il prossimo transito vorrebbe dire armarsi di grandissima pazienza…

La cometa risulterà posizionata altissima in cielo, dalla notte fonda all’alba, muovendosi per quasi tutto il mese nei Gemelli, salvo una breve irruzione nel Cancro. Il giorno 9 sfiorerà NGC 2392, la bellissima e conosciuta Nebulosa Eskimo, occasionissima da non lasciarsi scappare per un’osservazione indimenticabile o un’immagine piena di fascino.

Si avvicina la Wirtanen

COMETE

di Claudio Pra

Il percorso delle due comete, la 21P/Giacobini/Zinner e la 38P/Stephan-Oterma, nel prossimo periodo. Le condizioni del cielo sono quelle del 15 ottobre alle ore 5:00 per una località media italiana.

Sopra. Cometa 46P/Wirtanen il 15-10-2018 di Francesco Badalotti

La Cometa 46P/Wirtanen ripresa con telescopio Rifrattore Apo Petzval 106mm F5 a controllo remoto a Siding Spring (Australia). Esposizione: Luminanza 10×60" bin1 + RGB 1×120" bin2 ogni canale di colore. Attualmente questa cometa è molto alta nel cielo australe (in fase di ripresa si trovava a +76°) fra le costellazioni della Fornace, Fenice, Scultore e Balena, mentre nei mesi invernali sarà meglio osservabile nel cielo boreale.