Coelum Astronomia 227 - 2018 - Page 101

www.coelum.com

101

Hai compiuto un’osservazione?

Condividi le tue esperienze e impressioni, mandaci i tuoi report osservativi o un breve commento sui fenomeni osservati: puoi scriverci a segreteria@coelum.com. Inoltre, se hai scattato qualche fotografia agli eventi segnalati, carica le tue foto in PhotoCoelum!

Lo Sciame Meteorico delle Leonidi

Continuiamo a proporvi anche gli sciami meteoritici più deboli ma che a volte possono stupire. Le Leonidi sono lo sciame meteorico tipico del mese di novembre che ci darà la possibilità di osservare qualche "stella cadente", proprio come accade con le più famose Perseidi, le "Lacrime di San Lorenzo" che si manifestano nel mese di agosto.

Il radiante, ossia il punto del cielo da cui le meteore apparentemente provengono, è situato nella “falce” della costellazione del Leone (da cui il nome dello sciame) ed è normalmente attivo dal 10 al 23 novembre, con un massimo che si posiziona attorno al 17 novembre con uno ZHR (Zenital Hourly Rate) normalmente nell’ordine delle 10-20 meteore/ora.

La cometa progenitrice dello sciame, la 55P/Tempel–Tuttle, è passata al perielio ormai quasi 20 anni fa, e in questo tempo le conoscenze sui meccanismi di eiezione delle polveri dalla cometa sono aumentate notevolmente, permettendo di modellare meglio i filamenti di materiale che danno origine alle meteore. In ogni caso, le Leonidi non hanno mai smesso di affascinare gli osservatori, che ogni anno tornano ad aspettarle, pur sapendo che non si verificheranno delle “piogge” grandiose.

Per quanto riguarda l'incontro con le Leonidi di quest'anno secondo i calcoli dell'esperto di meteore Jérémie Vaubaillon, la Terra incontrerà ben quattro filamenti, ma nessuno abbastanza vicino da giustificare un incremento significativo delle meteore. Il primo incontro avverrà il 19 novembre alle 00:27 e potrebbe essere uno dei più promettenti. Un'attività più debole può verificarsi il 20 novembre alle ore 1:00 e il 21 novembre alle ore 01:54. Un ultimo incontro, ma con migliori prospettive di attività riconoscibile, avverrà il 26 novembre alle 00:26, anche se appena dopo la Luna piena.

Secondo un altro esperto, Mikiya Sato, tracce di polvere dovrebbero passare vicino alla Terra il 19 novembre alle ore 23:20. Infine, Mikhail Maslov prevede alcune Leonidi, probabilmente luminose, per il 20 novembre.

In generale le previsioni di quest’anno confermano che lo ZHR sarà ai livelli delle 15-20

Una magnifica ripresa di un bolide appartenente allo sciame delle Leonidi, ripreso dall’Appennino romagnolo il 17 novembre 1998 da Lorenzo Lovato.