Coelum Astronomia 226 - 2018 - Page 81

81

www.coelum.com

A sinistra. Una magnifica ripresa della regione stellare in cui giacciono le galassie M 81, la Galassia di Bode, e la particolare M 82, la Galassia Sigaro. Quest’ultima è una galassia di tipo “starburst”, caratterizzata da un alto tasso di formazione stellare. Immagine di Gerardo Sbarufatti.

Nel 2006 il Telescopio Spaziale Hubble ha fotografato la galassia e la campagna osservativa ha permesso di individuare più di 190 massicce regioni in cui nascono nuove stelle, attivate molto probabilmente dall’interazione gravitazionale con la vicina galassia M 81, la “Galassia di Bode”.

Nel cuore di M 82 il tasso di formazione stellare è pari a circa 10 volte quello che possiamo osservare nella Via Lattea. I venti stellari combinati di tutte queste stelle creano un "super-vento" galattico che comprime ulteriormente il gas nel disco e porta a innescare l'accensione di milioni di altre stelle, producendo quei pennacchi torreggianti di gas di idrogeno ionizzato caldo sopra e sotto il disco della galassia (in rosso nell'immagine di Hubble).

In M 82 le giovani stelle sono concentrate in ammassi stellari che si riuniscono poi per creare le macchie luminose, o "ammassi di stelle", tipici delle regioni centrali di tale galassia, e messi in evidenza grazie all’alta risoluzione del Telescopio Hubble.

Come per AzTEC-1 anche in M 82 il meccanismo di formazione stellare è autoalimentante e la condurrà inesorabilmente a consumare rapidamente il “carburante” necessario a innescare nuove stelle e, di conseguenza, un giorno non troppo lontano tale meccanismo si bloccherà definitivamente.

Lo studio delle galassie starburst antiche e di quelle a noi più vicine può aiutare a determinare la storia della formazione delle galassie e la loro evoluzione, un lavoro ancora lungo e che sicuramente non mancherà di riservare nuove sorprese agli astronomi. Di sicuro le nuove generazioni dei grandi telescopi, terrestri e spaziali, permetteranno di gettare nuova luce anche su questi intriganti oggetti cosmici.