Coelum Astronomia 226 - 2018 - Page 53

Se tutto andrà bene, cosa farà poi MASCOT, quando sarà finalmente atterrato sulla superficie di Ryugu? Lavorerà freneticamente, per raggiungere in un arco di tempo minore della durata di un giorno terrestre tre diversi tipi di obiettivi:

1. Osservazione diretta. Il lander ha

l’importante compito di fornire la ground truth, cioè la verità di base, l’osservazione diretta, locale, fino al livello microscopico, delle proprietà del suolo di Ryugu.

2. Scienza indipendente. MASCOT compirà, in

particolare, rilievi geofisici, come la caratterizzazione degli elementi, degli isotopi, delle molecole organiche e inorganiche presenti nei siti visitati dal lander.

3. Ricognizione e supporto. Il lander potrà fornire

con i suoi strumenti scientifici indicazioni essenziali per la selezione dei migliori siti di atterraggio per Hayabusa2.

MASCOT dispone di quattro strumenti scientifici: MicrOmega, MasCam, MasMag e MARA.

MicrOmega, la punta di diamante della strumentazione scientifica di MASCOT, è un microscopio iperspettrale che opera nel vicino

infrarosso. Un’immagine iperspettrale è, in sostanza, un cubo in cui a ciascun pixel della scena ripresa è associato il relativo spettro luminoso, esteso su varie lunghezze d’onda, che fornisce la terza dimensione.

La gamma di lunghezze d’onda a cui è sensibile è stata scelta per consentire di identificare con precisione un alto numero di minerali e molecole organiche, fornendo agli scienziati informazioni preziose sulla composizione del suolo a livello microscopico, essenziali per comprendere la storia evolutiva dell’asteroide.

MasCam, con una risoluzione di 1024 × 1024 pixel, garantita da un sensore CMOS resistente alle radiazioni, è la fotocamera del lander. L’obiettivo è un grandangolare con un campo visivo sempre a fuoco che si estende da 15 cm di distanza fino all’orizzonte. Riprenderà una serie di immagini durante la discesa verso l’asteroide, in modo da avere punti di vista via via più ravvicinati su Ryugu. Saranno riprese anche immagini a colori grazie a un sistema di illuminazione LED in RGB e vicino infrarosso.

Il radiometro MARA ha l’obiettivo scientifico di determinare l’inerzia termica dell’asteroide (ossia la tendenza a mantenere la propria temperatura

www.coelum.com

53

Cosa farà MASCOT sull’asteroide?

Sopra. Un rendering 3D del lander MASCOT, in cui è parzialmente visibile l’interno, con il suo carico di avanzatissimi strumenti scientifici. Crediti: DLR

A sinistra. Un cubo iperspettrale. A ogni punto sul piano sono associati nella terza dimensione i relativi valori spettrali. Crediti: NASA