Coelum Astronomia 226 - 2018 - Page 26

Coelum Astronomia

26

Mars Science Laboratory

CuriositySol 2175 (19 settembre 2018).

Il grande rover sta salendo lungo le pendici del Monte Sharp, una formazione rocciosa alta 4.800 metri posta al centro del cratere Gale, dove è atterrato oltre sei anni fa.

Prosegue il lavoro di trivellazione di Curiosity mentre si attende che termini la tempesta di sabbia che da oltre tre mesi non dà tregua.

Intorno a Curiosity la visibilità sta migliorando, anche se il pulviscolo atmosferico ostacola ancora la visione nitida. Di fatto il rover può dedicarsi alle varie analisi del terreno grazie ai suoi strumenti che sono costantemente al lavoro. E un paio di Sol fa, durante l’esecuzione della diciottesima perforazione nel cratere Gale, ci si è imbattuti in un materiale particolarmente compatto, al punto che il trapano a percussione del braccio è riuscito a penetrare di soli 4 mm

nella roccia. Sono quindi necessarie nuove analisi, sia spettrale che chimica per rilevarne la composizione.

Il prossimo obiettivo è raggiungere la

nuova zona di trivellazione posta a circa

65 metri dall’attuale posizione dove si dovrebbero trovare rocce meteoritiche.

Intanto il lavoro prosegue.

Crediti: NASA/JPL

Hayabusa 2

Fra l’11 e il 12 settembre la sonda giapponese è scesa a meno di 600 m dalla superficie dell’asteroide Ryugu (162173 – circa 900 m di diametro), da cui eseguirà la raccolta dei campioni che verranno riportati sulla Terra. Intanto il 21 settembre è previsto il rilascio del rover Minerva-II e il 3 ottobre del lander MASCOT. Leggi lo speciale su Hayabusa2 a pagina 30.

Lunar Reconnaissance Orbiter

La missione LRO dura da oltre nove anni e inizia ad avere qualche acciacco. La IMU, unità di misura inerziale sta arrivando a fine vita e quindi si è preferito spegnerla per preservarne l’uso in momenti critici della missione.