Coelum Astronomia 226 - 2018 - Page 185

30

29 ottobre 2018

05:40 - L’asteroide (23) Thalia in opposizione nella Balena (dist. Terra = 1,522 UA; m = +10,2; el. = 171°).

www.coelum.com

Note all’utilizzo del calendario degli eventi: nella tabella vengono fornite data e ora (in TMEC = Tempo Medio dell’Europa Centrale) dei principali fenomeni celesti del mese, nonché le ricorrenze di avvenimenti storici correlati all’astronomia e all’esplorazione spaziale. Dove non diversamente specificato, gli orari e i dati degli eventi riportati sono da intendersi topocentrici, ovvero riferiti alla posizione geografica di un osservatore posto a Long. 12° est; Lat. 42° nord; inoltre, le congiunzioni sono in riferimento altazimutale. Si prenda nota del fatto che gli istanti relativi a fenomeni quali le occultazioni asteroidali e lunari, possono variare di qualche minuto per un osservatore la cui posizione si discosti da quella indicata. Le distanze angolari degli oggetti celesti sono da intendersi calcolate da centro a centro. Sono riportate le opposizioni di tutti gli asteroidi la cui luminosità apparente risulti inferiore alla mag. +12; per dist. si intende la distanza dalla Terra. Dove si riporta l’Angolo di Posizione AP di un oggetto rispetto ad un altro si deve intendere contato a partire da nord, in senso antiorario.

29

31 ottobre 2018

05:50 - La Luna al perigeo: minima distanza dalla Terra (364 364 km; diam. = 32' 47").

07:21 - Librazione lunare al minimo (0,357°).

17:42 - Luna all'Ultimo Quarto.

19:25 - La Luna al nodo ascendente.

31

185

30 ottobre 2018

01:17 - La Luna (h = 42°; fase = 69%) occulta (immersione lembo illuminato) la stella Mekbuda (zeta Geminorum; m = +4,0) con AP = 163°. L’occultazione termina alle 01:32 (h = 44°; AP = 188°).

03:44 - La Luna alla massima declinazione nord (+20° 53’).

UNA GEMMA GALATTICA. Questa meravigliosa immagine mostra la splendente galassia a spirale NGC 3981 sospesa nell'inchiostro nero dello spazio. Siamo nella costellazione del Cratere, ed è stata fotografata nel maggio 2018 usando lo strumento FORS2 (FOcal Reducer and low dispersion Spectrograph 2) installato sul VLT (Very Large Telescope) dell'ESO. Oltre a diverse stelle della nostra galassia, la Via Lattea, in primo piano, FORS2 ha anche catturato un asteroide malandrino che sfreccia nel cielo, visibile come una debole linea vicino al bordo superiore dell'immagine, dimostrando involontariamente il processo utilizzato per creare immagini astronomiche, con le tre diverse esposizioni prese in sequenza che compongono questa immagine: nel blu, nel verde e nel rosso. Crediti: ESO