Coelum Astronomia 226 - 2018 - Page 96

Coelum Astronomia

96

Che forma potrebbe avere un ALIENO?

di Marco Sergio Erculiani

Quante volte abbiamo fantasticato a occhi aperti sulla possibilità di non essere soli nell’universo? E quante volte abbiamo pensato a quali sembianze potrebbero avere eventuali forme di vita presenti su pianeti differenti dalla Terra? Sono simili a noi, inseriti in un ecosistema come il nostro, oppure più assimilabili a micro-organismi quasi impercettibili a occhio nudo?

L'esobiologia è una scienza di frontiera, che molte volte danza sulla sottile linea che divide la scienza dalla filosofia, la fisica dalle congetture, l'empirismo dalla trascendenza. Eppure, molte volte, la macchina della razionalità, alimentata con la fantasia di sognatori impenitenti, genera quello che potrebbe essere una valida ipotesi della realtà ancora sconosciuta.

L'astronomia ha fatto passi da gigante negli ultimi 10 anni e solo nel 2017 sono stati scoperti oltre 3.500 nuovi esopianeti.

L'orologiaio cieco, ovvero l'evoluzione, potrebbe aver modellato la vita in migliaia di modi differenti, anche molto diversi da quelli cui siamo abituati. Tuttavia, per avere una base di partenza, i vari modelli si sono finora basati su un approccio meccanicistico, si è scelto quindi di partire dalla ricorrenza con cui un carattere fisico si è evoluto.