Coelum Astronomia 225 - 2018 - Page 161

Questo mese osserviamo

Un appuntamento da non perdere assolutamente sarà quello del 27 luglio quando la Luna Piena, in congiunzione col Pianeta Rosso (a sua volta in opposizione rispetto al Sole), sarà anche in Eclisse Totale con le varie fasi fino al transito in meridiano (maggiori informazioni a pag 180). È sicuramente un’imperdibile occasione per interessanti osservazioni e fotografie, pertanto PhotoCoelum attende i vostri lavori!

Infine luglio si concluderà col nostro satellite in Fase Calante.

Un appuntamento davvero speciale

La Luna di Agosto

Dopo aver chiuso il mese di luglio in fase di 18,8 giorni, sarà in Ultimo Quarto alle 20:18 del 4 agosto, quando si troverà a –32°57' sotto l'orizzonte, proseguendo poi la Fase Calante fino al Novilunio del giorno 11 alle 11:58. Ripresa la Fase Crescente, avremo il Primo Quarto alle 09:49 del giorno 18 quando sarà a –44°58' al di sotto dell'orizzonte, mentre il Plenilunio verrà raggiunto alle 13:56 del 26 agosto col nostro satellite ancora abbondantemente sotto l'orizzonte, a –57°. Infine agosto terminerà con la Luna che l'ultima sera del mese, in fase di 20 giorni, sorgerà alle 22:38 preceduta dal pianeta Urano (separazione di 8°) fra le stelle della Balena.

Immagine di Tore Serra - PhotoCoelum

161

Le Falci Lunari di settembre

Per chi va a caccia di sottili falci lunari il primo appuntamento è per la notte del 7 settembre quando alle 03:36 fra le stelle del Cancro sorgerà un falce lunare in fase di 26,65 giorni, osservazione abbastanza agevole in quanto avremo a disposizione circa due ore, dovremo solo attendere che il nostro satellite si alzi di una manciata di gradi sopra l’orizzonte. La notte successiva, 8 settembre, una bella falce di 27,65 giorni sorgerà alle 04:51 seguita un’ora più tardi dal pianeta Mercurio (separazione di 7°).

Qualcuno cerca la proposta "quasi impossibile"? Eccola: Il 9 settembre alle 06:07 sorgerà una sottilissima falce lunare con età di 28,76 giorni (notare che il Novilunio sarà raggiunto alle 20:01, solo 14 ore più tardi!) preceduta dal pianeta Mercurio (separazione intorno ai 2/2,4° dalla Luna). È importante ribadire la notevole esiguità del brevissimo margine temporale a nostra disposizione prima che tutto venga cancellato dal sorgere del Sole, inoltre questo "tentativo estremo" potrà essere effettuato esclusivamente con la totale consapevolezza di operare in condizioni estremamente critiche sia per l’osservabilità della sottilissima falce lunare sia per la sicurezza della propria vista.

Passando ora alla Luna Crescente, il primo appuntamento è per la sera dell’11 settembre quando una falce con età di 2,01 giorni tramonterà alle 20:57 e sarà disponibile dopo le 20:15 circa per le nostre osservazioni quando ormai si troverà ad un’altezza inferiore ai 7°, in contemporanea col pianeta Venere dal quale sarà separata da circa 16° e dal più lontano Giove separato dalla Luna da 31°. La sera successiva, il 12 settembre, una falce di 3 giorni tramonterà alle 21:26 pertanto avremo poco più di un’ora per osservare ed, eventualmente, riprendere qualche immagine. In questo caso 7° 40’ circa separeranno la Luna dal pianeta Venere e 17° 50’ dal pianeta Giove. Inoltre per chi vorrà estendere ulteriormente questo tipo di osservazioni anche alla serata del 13 settembre potrà ammirare la falce lunare di 4 giorni (tramonterà alle 21:56) che si troverà a 5° dal pianeta Giove e 12° dal pianeta Venere. Come sempre per questa tipologia di osservazioni lunari, oltre agli ormai noti parametri osservativi, sarà determinante disporre di un orizzonte libero da ostacoli.

Il Sinus Asperitatis

Come prima e principale proposta questo mese il target riguarda l’osservazione del Sinus Asperitatis nella serata del 15 settembre, la tormentata ed estremamente interessante regione lunare situata nel settore sudorientale del nostro satellite, fra il mare Nectaris e il margine meridionale del mare Tranquillitatis.

Vedi più sotto la Guida all’osservazione di Sinus Asperitatis a pagina 165.