Coelum Astronomia 224- 2018 - Page 95

Sopra. In questo rendering artistico, un ipotetico laboratorio di coltura idroponica realizzato dagli esploratori su Marte in cui è possibile coltivare delle verdure. Queste colture forniranno all'equipaggio una maggiore nutrizione e varietà alimentare, senza contare il risparmio di peso necessario al trasporto dei viveri dalla Terra. Crediti: NASA.

«Scotty, più potenza!»

Le considerazioni quantitative sul minimo vitale necessario agli astronauti e la necessità di integrare quel carico con le apparecchiature indispensabili per la missione impongono un serio esame delle capacità di spinta dei lanciatori oggi a disposizione. L’aspetto positivo è che in questi anni non solo stiamo assistendo a un continuo e appassionante fiorire di progetti di nuovi e più potenti lanciatori, ma anche che ci capita spesso di festeggiare i clamorosi successi dei loro lanci. Decisamente meno positivo, però, lo spietato confronto con il sovrano indiscusso dei lanciatori, quel Saturno V che ha permesso alle missioni Apollo di raggiungere la superficie della Luna. Attualmente, infatti, non solo non esiste nessun lanciatore in grado di assicurare

A destra. Uno dei giganteschi razzi Saturno V sulla rampa di lancio. Questi impareggiabili lanciatori hanno avuto un ruolo fondamentale nella conquista umana della Luna.

www.coelum.com

95