Coelum Astronomia 224- 2018 - Page 33

La AST8300X, pensata invece per astrofotografi che hanno da poco iniziato le riprese deepsky, monta un sensore KAF-8300 di 22,5 mm di diagonale e 8,3 Megapixel da 5,4 micrometri. Ha una ruota portafiltri incorporata a 7 posizioni per filtri da 1,25” (non montati). Il prezzo è di 1.600 € (iva esclusa).

La AST8300X è disponibile anche nella versione “kit” (1.900 € iva esclusa), che include 7 filtri Optolong premontati: LRGB, Ha 7 nm, OIII 6,5 nm, SII 6,5 nm.

Come tutte le camere Astrel, anche queste incorporano un PC in grado di gestire sia la camera che tutti gli accessori del setup astrofotografico, come autoguide e montature, tramite connessione Wi-Fi con uno smartphone, un tablet (o un PC). La AST16200B prevede anche

la modalità wired via Ethernet e quella stand-alone con il display ad alta risoluzione da 5” e la mini tastiera wireless. Lo spazio di archiviazione base on-board della camera è di 8 GB per la AST8300X e 16 GB per la AST16200B, che possono crescere in entrambi i casi fino a 64GB.

Inoltre sia la AST16200B che la AST8300X hanno la caratteristica valvola per eliminare l'aria nella camera del sensore utilizzando l'apposita pompa a vuoto manuale, virtualmente evitando quindi ogni possibilità di appannamento o condensa in caso di alta umidità, e senza la necessità di usare gel essiccanti.

Per maggiori informazioni: Astrel Instruments

www.coelum.com

33

Sopra. I tre vincitori del Premio Nobel per la Fisica 2017.