Coelum Astronomia 224- 2018 - Page 218

Anche se dovrebbero essercene due, una sola è la stella che marca la lingua del Drago: si tratta di Arrakis, (μ Dra), il cui nome deriva dall’arabo Al-Rāqiṣ (“il cammello che trotta”). Lontana 88 anni luce, splende di magnitudine +4,92; si tratta, però, di un sistema addirittura quadruplo. Le due stelle principali orbitano a una distanza media di 109 UA e con un periodo orbitale calcolato in 672 anni. Si tratta di due stelle di sequenza principale di tipo F7 (6.400 K) e di magnitudine apparente +5,8, la cui componente primaria è denominata Arrakis A. La secondaria, a sua volta, è affiancata da una ulteriore compagna dal periodo orbitale pari a 2.270 giorni, motivo per il quale le due sono designate Arrakis Ba e Arrakis Bb. Arrakis A e Arrakis Ba sono due stelle pressoché identiche, di sequenza principale di tipo F5 (6.700 K), con masse di 1,35 e 1,30 volte il Sole. La componente

più piccola, Arrakis Bb, è una nana rossa dalla massa di 0,2 volte il Sole. Lontana 13,2” d’arco

dalla coppia principale è presente, infine, Arrakis C, altra nana rossa di mag. +14 e massa 0,29 volte il Sole, che ne condivide il moto nello spazio.

evidenziano la notevole presenza di metalli nella sua atmosfera; con massa e raggio rispettivamente 1,8 e 2 volte il Sole e con luminosità intrinseca quasi 9 volte maggiore, la sua superficie appare più fredda (7.400 K) di quanto la sua classe spettrale A8 (7.500 K) implica. Con grandezze intrinseche appena inferiori alla compagna, ν2 Dra è una binaria spettroscopica con un periodo di 38 giorni.

ARRAKIS

Coelum Astronomia

218