Coelum Astronomia 224- 2018 - Page 181

www.coelum.com

181

24-25 luglio, ore 22:00: Congiunzione Luna e Saturno

La sera del 24 luglio, alle ore 22:00, guardando verso sud-sudest, vedremo l'incontro tra la Luna (fase del 92%) e il pianeta Saturno (mag. +0,3). La congiunzione, con una separazione di circa 3,2°, avverrà tra le stelle del Sagittario, che risulteranno però annegate nel forte bagliore lunare. Sarà possibile seguire la congiunzione per tutta la notte.

Il giorno seguente, potremo continuare ad ammirare la stessa congiunzione, con la Luna (fase 97%) che però avrà già sorpassato il pianeta e sarà posta a circa 7° e mezzo a est di esso.

Osserviamo la Luna in luce cinerea

In giugno, le giornate migliori per osservare e fotografare la Luna in luce cinerea saranno l’10 e l’11 giugno, appena prima dell’alba e il 16 e 17 del mese, quando si avrà la migliore visibilità subito dopo il tramonto. Il fenomeno è dovuto alla luce del Sole riflessa dalla Terra che illumina la parte in ombra della Luna. Per questo, la parte non illuminata della Luna apparirà tenuemente brillante divenendo così vagamente visibile. Per maggiori informazioni sul fenomeno e su come riprenderlo, leggi l’articolo di Giorgia Hofer su Coelum Astronomia 207.

Osservazione e Ripresa Fotografica

Per questa tipologia di fenomeni astronomici non è assolutamente necessario disporre di uno strumento impegnativo anzi, anche un piccolo telescopio da 80 a 100/120 mm di diametro risulterà più che sufficiente per ottime osservazioni delle varie fasi dell'eclisse. Poi chi non si accontenta di osservare visualmente potrà effettuare acquisizione di immagini con un'infinita tipologia di camere digitali da applicare al telescopio oppure con teleobiettivi intorno ai 300 mm di focale.

Ottenere belle immagini della Luna in Eclisse non è un'esclusiva di telescopi, costosi teleobiettivi o impegnative reflex, ma anche delle molto più semplici ed economiche "compatte". Infatti, ad esempio, le camere digitali serie "Bridge" (a ottica fissa) possiedono obiettivi zoom generalmente con un range da 22,5 mm fino a 900/1400 mm e anche oltre di focale (sul formato 35 mm), con la reale possibilità di ottenere buone immagini dell'intero disco lunare nelle varie fasi dell'eclisse agendo, se necessario, su un range di valori di compensazione dell'esposizione nella fase di totalità. Tempi di posa relativamente veloci richiedono esclusivamente l'utilizzo di un robusto e stabile treppiede anche privo di moto orario. Nella rubrica di Giorgia Hofer (a pag 160 di questo numero), trovate poi tanti spunti per l’inquadratura e una ripresa creativa dell’evento.

Tra eclisse totale, congiunzione e opposizione la sera del 27 luglio ci sarà da lavorare e non dimenticate di condividere i vostri lavori su Photocoelum!

L'immagine mostra l'eclisse totale del 15 giugno 2011: una straordinaria interpretazione del fenomeno, in cui la Luna abbrunata si confonde con le nubi stellari della Via Lattea. Chi vuole provare a realizzare uno scatto simile anche quest'anno? Ricordiamo che lì vicino ci sarà anche Marte proprio durante la sua Grande Opposizione! Crediti fotografia: Amirreza Kamkar.