Coelum Astronomia 224- 2018 - Page 170

Sotto e nella pagina accanto in basso. Il grafico mostra l’aspetto dei pianeti durante il mese, con indicati i relativi diametri angolari e, per quelli interni, anche la fase. Il diametro di Saturno è riferito all’intero sistema (anelli inclusi).

PIANETI

Di seguito vengono fornite alcune indicazioni sulle condizioni di osservabilità dei pianeti per i mesi di luglio e agosto 2018.

Mercurio

LUGLIO: Mag. da –0,1 a +2,6; Diam. da 6,6" a 10,9"

Osservabile al tramonto nella prima parte del mese

Per Mercurio luglio inizia al meglio: sarà facile avvistare il primo pianeta del Sistema Solare nel chiarore del tramonto, sull'orizzonte orientale, su cui sarà comunque piuttosto alto per i primi 20 giorni del mese. Raggiungerà infatti la massima elongazione orientale (di 26,4° dal Sole) il giorno 12 e potremo godere della sua vista nel cielo del Cancro, in cui soggiorna fino al 14 giugno, quando passerà nel Leone. Il giorno 20 raggiungerà l'afelio.

Coelum Astronomia

170

delle ore utili all’osservazione degli oggetti del cielo profondo, così che se a inizio luglio la notte astronomica avrà una durata di sole 4 ore e mezza, a fine agosto si arriverà alle 7 ore e mezza.

Alle 22:11 TMEC del 3 luglio, inoltre, la Terra arriverà all’afelio della propria orbita, ovvero alla massima distanza dal Sole (pari a circa 152,1 milioni di chilometri, contro i 147,1 raggiunti al perielio e i 149,6 della distanza media). L’orario vale però soltanto per un riferimento geocentrico.