Coelum Astronomia 224- 2018 - Page 133

www.coelum.com

133

La camera stenopeica è stata quindi fissata in posizione verticale, orientata verso est, per riprendere così il sorgere del Sole dal 7 agosto al 20 dicembre 2014 (foto qui a destra).

Dopo lo sviluppo del negativo, che è risultato ben esposto (foto a destra), ho provveduto a farne una scansione digitale dalla quale ricavare i tre file separati, con la registrazione del “segnale colore” rosso, verde e blu. Restava però l'incognita della loro elaborazione e sovrapposizione per ottenere la foto a colori, procedimento di cui non avevo alcuna esperienza.

Per questo, dopo un vano tentativo presso uno studio grafico, ho contattato Giovanni Anselmi confidando nella sua disponibilità per completare la fotografia a colori. Disponibilità ed esperienza che hanno certamente contribuito alla buona riuscita della tricromia come appare evidente dalla corretta risposta cromatica della foto stenopeica comparata con analoga inquadratura effettuata con camera digitale (nella prossima pagina in alto).

È da notare inoltre come la ripresa con tre fori stenopeici distanti 6 cm uno dall'altro abbia prodotto un marginale effetto di parallasse evidenziato dallo scarto delle tracce del Sole nell'area in alto a destra (vedi immagine iniziale). Una foto quindi davvero particolare ottenuta con una procedura simile a quella usata per i negativi del fotografo russo Prokudin-Gorskij, attualmente conservati presso la Biblioteca del Congresso. Negativi che nel 2000