Coelum Astronomia 223 - 2018 - Page 99

www.coelum.com

99

NEOcp fu confermato dall'Osservatorio di San Marcello-Piteglio; successivamente uscì la “famosa” circolare MPEC 2017-U181 del 25/10/2017 nella quale viene comunicata la probabile scoperta del primo oggetto

Interstellare. Successive osservazioni effettuate anche da Luca Buzzi dall'Osservatorio Schiaparelli di Varese hanno permesso di definire l'orbita che ha portato così a una nuova classificazione degli oggetti chiamati Interstellar. Adesso l'oggetto è conosciuto con il nome

di 1I/2017 U1 ('Oumuamua). Potete leggerne la storia e le scoperte in un approfondimento sul numero 219 di Coelum Astronomia.

Meeting Corpi Minori UAI

L'evento si chiama "Meeting Corpi Minori UAI", si svolgerà presso l'Osservatorio Astronomico "Beppe Forti" a Montelupo Fiorentino, in località San Vito in Fior di Selva, via di San Vito, in data 23/24 Giugno 2018.

Il meeting prevede interventi di astronomi ed astrofili provenienti da tutta Italia che si occupano dei corpi minori del Sistema Solare (asteroidi, comete e meteore) volti ad esporre e condividere

nuove conoscenze e tecnologie per la ricerca astronomica nel settore.

L'evento è organizzato dai capi sezione Asteroidi Comete e Meteore dell'Unione Astrofili Italiani

(PAOLO BACCI, GIANNANTONIO MILANI ed ENRICO STOMEO) e dal Gruppo Astrofili

Montelupo, che ospitertà ed organizzerà il meeting sul territorio.

Per eventuali adesioni ed informazioni la mail di riferimento è osservatoriobeppeforti@gmail.com mentre il sito di riferimento è la pagina Facebook "Gruppo Astrofili Montelupo"

Contatti di riferimento dell'organizzazione:

Maura Tombelli, Giorgio Interrante, Alex Mazzanti,

Matteo Lombardo, Rita Alessandro e Fabio Grosso.

NEOcp fu confermato dall'Osservatorio di San Marcello-Piteglio; successivamente uscì la “famosa” circolare MPEC 2017-U181 del 25/10/2017 nella quale viene comunicata la probabile scoperta del primo oggetto

Interstellare. Successive osservazioni effettuate anche dall'Osservatorio Schiaparelli di Varese hanno permesso di definire l'orbita che ha portato così a una nuova classificazione degli oggetti chiamati Interstellar. Adesso l'oggetto è

conosciuto con il nome di 1I/2017

U1 ('Oumuamua). Potete leggerne la storia e le scoperte in un approfondimento sul numero 219 di Coelum Astronomia.

Vedi locandina evento

LINK