Coelum Astronomia 223 - 2018 - Page 37

www.coelum.com

37

Sopra. The Edge of the Night. Si tratta di un mosaico di quattro immagini riprese in luce visibile dalla narrow-angle camera, da una distanza di circa 1,5 milioni di chilometri da Saturno.

Crediti: NASA/JPL-Caltech/Space Science Institute.

A destra. L’immagine è come sempre ripresa in filtri RGB, combinati per ottenere dei colori il più possibile vicini a quanto potremmo vedere con i nostri occhi. Credit: NASA/JPL-Caltech/Space Science Institute.

E, sempre affacciati al finestrino dell’astronave Cassini, continuiamo nel nostro immaginario viaggio attraverso gli anelli di Saturno.

Vediamo qui (immagine in basso) proprio gli anelli, in questa suggestiva immagine ripresa il 5 novembre del 2006, con l'ombra di Saturno che scivola sulla loro “superficie”. Nella metà inferiore dell'immagine, le innumerevoli particelle di ghiaccio si godono la luce piena del Sole, mentre nella metà superiore vengono oscurate dall'ombra di Saturno. Il pianeta, nel suo lato notturno si intravede tra un anello e l’altro, (nella parte destra dell’immagine) splendente solo della luce riflessa dagli anelli.

Il 13 marzo del 2006, la narrow angle camera della sonda ha ripreso invece questa vista di Saturno con gli anelli presi praticamente quasi di taglio, in compagnia della sue lune Mimas (al di sopra del piano degli anelli), Janus, una delle più piccole lune conosciute di Saturno (quasi