Coelum Astronomia 223 - 2018 - Page 128

128

Coelum Astronomia

Il setup per la ripresa

Vi accorgerete che per riprendere la ISS avrete bisogno di un bell’obiettivo grandangolare perché la sua scia attraverserà tutto il cielo. Per fotografarla quindi sarà sufficiente trovare un luogo buio da cui osservare e, anche solo con l’ausilio di un obiettivo da 35 mm di focale, possiamo riprendere esclusivamente la ISS che passa, per esempio, di fianco a una stella luminosa o, se siamo fortunati, a un pianeta, come è successo a me con Marte e Venere.

Se invece intendiamo includere nello scatto anche una porzione di paesaggio, possiamo sfruttare un obiettivo grandangolare con una focale da 18 mm.

La Luna illumina la notte

su Coelum Astronomia 217 a pagina 134.

Leggi anche:

Collegandosi alla sezione ISS possiamo inserire il nome della nostra città e avere in tempo reale una previsione dei passaggi della ISS a sette giorni, per poter programmare al meglio le nostre uscite fotografiche.

Cliccando sulla data prescelta

avremo tutti i dettagli e una cartina del cielo per individuare più facilmente la stazione.

Esiste poi un’applicazione gratuita per smartphone (disponibile sia per sistemi Android che iOS) davvero utilissima, si tratta di ISS DETECTOR.

Grazie a questa app si ha una panoramica completa sui passaggi della Stazione Spaziale nella nostra zona d’osservazione. È sufficiente evidenziare il passaggio che ci interessa riprendere per essere portati su una schermata in cui ci viene indicata l’ora esatta del transito, la durata di quest’ultimo, la magnitudine oltre che naturalmente latitudine, longitudine e altri dati come l’altezza e la direzione. Grazie ai sensori del nostro dispositivo possiamo utilizzare anche la “funzione Radar” che ci permetterà di puntare il nostro smartphone verso il cielo, in

modo da guidarci verso la zona di cielo interessata e con un conto alla rovescia che ci avviserà quanto manca all’arrivo della ISS, insomma... sarà un gioco da ragazzi!