Coelum Astronomia 223 - 2018 - Page 102

Coelum Astronomia

102

Importati risultati sono stati ottenuti nell'osservazione delle occultazioni asteroidali. Quando un asteroide occulta una stella la sua “ombra” è visibile in una specifica, limitata e precisa fascia sulla Terra. Gli osservatori che si trovano all'interno di questa fascia avranno la possibilità di notare il calo di luminosità della stella, che in alcuni casi dura solo pochi secondi mentre in altri può raggiungere anche alcuni minuti. Registrando tale evento con estrema precisione e da più osservatori contemporaneamente, è possibile determinare la forma, la dimensione e altre caratteristiche dell'asteroide.

Questo tipo di osservazione ha permesso a 4 Osservatori italiani amatoriali, assieme ad altri 6 sparsi in Europa, di effettuare l'importante scoperta dell'anello che circonda il pianeta nano Haumea e di determinare le sue dimensioni, i cui risultati sono stati pubblicati sulla prestigiosa rivista Nature, come riportato sul numero di Coelum Astronomia 217 a pag. 98.

L'osservazione dell'occultazione della luna Tritone avvenuta il 05 ottobre dello scorso anno, ha invece permesso di confermare la presenza di una tenue atmosfera, e anche in questo caso gli astrofili italiani hanno contribuito attivamente alla ricerca (vedi Coelum Astronomia 217 a pag 112).

Come ultimo esempio, proprio recentemente, una campagna osservativa alla quale hanno partecipato 18 Osservatori italiani ha permesso di caratterizzare il pianetino 130 Elektra i cui risultati verranno pubblicati al termine della loro analisi.

Queste sono, brevemente, solo alcune delle attività svolte dalla Sezione Asteroidi dell'UAI e

Sopra. Una rappresentazione artistica del pianeta nano Haumea, oggetto remoto del nostro Sistema Solare che, grazie anche alle osservazioni compiute dagli appassionati, si è scoperto essere dotato di un anello.